archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

27 febbraio 2009

L'ennesima beffa della malasanità

L'ennesima beffa della malasanità

La tessera sanitaria, oltre ad essere uno strumento di monitoraggio della spesa, ha anche un importante valore aggiunto sia per il cittadino, che può utilizzarla per tutti i servizi sanitari in Italia e in Europa, che per il Servizio sanitario nazionale e regionale, in quanto permette di avere una anagrafe degli assistiti certa e condivisa.

Questi erano gli intendimenti, ma col nuovo decreto in corso di studio il concetto di anagrafe servirà a ben altro. Questa volta è la tecnologia capillare, quella diffusa coi terminali di Lottomatica dei Tabaccai che servirà da Grande Fratello. In altre parole, ogni volta che il distributore di sigarette vi rifornirà, dopo aver letto la vostra identità di maggiorenne sulla vostra tessera sanitaria, prenderà nota del vostro acquisto. Poi, il Cervellone predisposto dal Ministero provvederà a penalizzarvi sui ticket mutualistici dell'assistenza. In altre parole, tu fuma, vuol dire che pagherai di più!
Qui le tabelle di questo nuovo vergognoso tiro mancino a spese degli italiani.

Blogger jo il 28/2/09 9:44 AM
e nooooooo, scrivere qui la fine
:((

come mike con fiorello al cinema
:((

Blogger luisa il 28/2/09 2:12 PM
L'hanno fatto per chi come me è Comunista e Drogato!

Blogger jo il 28/2/09 11:23 PM
:d ahhhhhhhhhh ora capisco chi manda in giro certe foto dei suoi cagnolini!
[[img src="http://i175.photobucket.com/albums/w152/JACKSPLAY/drug-dog.jpg"]]

Blogger luisa il 1/3/09 12:34 AM
Comunista, Drogata, Pelosa e con un mucchio di pulci!:))
Non mi faccio mancare nulla!

Blogger jo il 1/3/09 1:48 AM
javascript: document.body.innerHTML=document.body.innerHTML.replace(/jo/gi,"MaleficoReazionario"); void(0)

Luisa, copia e incolla nell'indirizzo e poi dai refresh :p

Blogger luisa il 1/3/09 11:34 AM
document.body.innerhtml=document.body.innerhtml.replace( non trovato

Anche il computer è DROGATO: il tuo o il mio? Tutto alla prossima puntata!

Blogger Pincopalla23 il 1/3/09 12:43 PM
Ciai 'nsacco de ragione bro' ... ma ho commentato di getto senza pensare che ti potevo rovinare la pesca :D :D :D

Ti direi cancella ma a sto punto mi sa che la battuta di pesca è pressochè chiusa :(

La prx ci sto più attento, promesso ;)

Buona domenica Giuan

Blogger Pincopalla23 il 1/3/09 4:21 PM
@Luisa:
devi copiare tutto il link compreso javascript:

javascript:document.body.innerHTML=document.body.innerHTML.replace(/jo/gi,"MaleficoReazionario"); void(0)

...se aggiorni e stai attenta riguardando le firme dei commenti vedrai l'identità malcelata di Jo... dire segreta sarebbe troppo :D :D :D .

Bro' mi permetto di curarti io le public relations sul blog visto che ogni tanto latiti :D

Blogger luisa il 1/3/09 6:01 PM
Mah....ho provato in tutte le salse,
javascript: compreso,
Ma la cosa più grave è che sono riuscita
( o meglio SIETE riusciti) a farmi mandare a pelar patate da mio figlio, che voglio dire è mica cosa da tutti!

Blogger jo il 1/3/09 8:57 PM
:O javascript non trovato!
grazie Pinky ottimo lavoro ma non c'è verso... , la Luisa non è Comunista e Drogata, bensì...
Comunista e Negata ! =))

Blogger luisa il 1/3/09 10:35 PM
Verissimo-issimo-issimo, son NEGATA però...Ma...però so scrivere molto ben articolato un discorso con il T9....Qualcuno no, che sia negazione anche quella???

Blogger jo il 1/3/09 10:45 PM
magari qualcuno è bastardo e fa finta di non saperlo usare per non dover rispondere subito, così pensano "sta scrivendo con sudore e fatica, ma che bravo... 8-| "

Anonymous Anonimo il 3/3/09 1:34 AM
all'estero la tessera sanitaria non serve a un cazzo devi pagare tutto



Invio del post per Email



25 febbraio 2009

_Scusa ma non ti chiamo amore


Santoro: «Frattini chieda scusa o ci denunci»

Alemanno: "Adesso la sinistra chieda scusa"

Saviano: "Chiedano perdono a Beppino Englaro"

Veltroni: "Auspichiamo al più presto scuse ufficiali"

Gazzetta dello Sport: "Caro Cossiga chieda scusa a Carolina"

Iran: "Obama si scusi per i crimini Usa"

Veronica Lario: "Mio marito mi chieda scusa"

Fassino: "Berlusconi chieda scusa ad Argentina"

Zapatero: "L'Italia chieda scusa per le bombe sulla Spagna"

Plinio: "Burlando chieda scusa al direttore Massara"

Corbelli: "Ministro Gelmini chieda scusa"

Stop mi arrendo.
L'altro post Andate sereni voi, che a me vien da piangere era impossibile da terminare, ma questo qui è come La storia infinita, tutti in ginocchio sui ceci.

E comunque mi ci metto anche io.

La tv USA chieda scusa all'Italia, aiuto Fratttiniiiiiiiiii!!!!
Family Guy - Speaking Italian

Blogger jo il 25/2/09 11:09 PM
Oggi all'edicola compravo un biglietto della metro, e prima di me c'era un "marocchino", che si è fatto da parte per lasciarmi passare per primo.
Io mi sono vergognato, di non avere la determinazione di prendere a calci nel culo gli italiani e gli stranieri che vivono in Italia che hanno creato le condizioni per cui ha pensato che fosse meglio comportarsi così.



Invio del post per Email



24 febbraio 2009

I primi della classe

Le misure urgenti hanno reso più severe le disposizioni di legge contro gli stupratori. Principi più rigidi e un segnale che forse porteranno i magistrati a personalizzare di meno i procedimenti che favorivano i colpevoli.
Non su statistica ma a vista, quindi un po' empiricamente, trovo che i dispositivi di sentenza cominciano ad assestarsi sugli 8 anni di carcere, mentre in precedenza si aggiravano sui 4.
Ma non è questo il dato interessante, su cui potrei facilmente sbagliarmi, quello di cui mi accorgo e su cui non ho dubbi è che corre una parola d'ordine.
Però il più degli stupri è perpetrato all'interno delle famiglie.
Ma allora, ma che tipo di gente ha preceduto in parlamento il Governo attuale? Perchè il grandioso enclave di Prodi, da Bertinotti alla Montalcini (compresa), ha ignorato del tutto questa necessità, e nelle strade e nelle famiglie?
Un disegno di legge meglio strutturato non avrebbe certo trovato opposizione, sarebbe stato un titolo di merito facile da conquistare e molto importante per i cittadini.
Invece no, tutti zitti, prima, quando toccava a loro.
Ed ora, mentre a qualcosa si provvede, tutti impiedi ad insegnare.



Invio del post per Email



Berlusconi: Intervista a 360° su Le Figaro

24 Febbraio 2009 www.governo.it

1. Il G8 si riunisce nel 2009 sotto la presidenza italiana. Per la terza volta dal 1994 lei sarà il Presidente. Quali le sue priorità e come intende condurre il mandato?

Lei vuole proprio ricordarmi che sono invecchiato... È vero, presiedo il G8 per la terza volta, nessuno prima di me lo ha fatto. Mitterrand e Kohl ne hanno presieduti due. È una grande responsabilità, perché il mondo attraversa una fase difficile e piena di incognite. Non mi riferisco solo alla crisi finanziaria globale, ma anche alle relazioni con la Federazione Russa, al conflitto israelo-palestinese, alla stabilizzazione di Afghanistan e Iraq, all’escalation nucleare dell’Iran, alla crisi del Darfour, e ancora alla fame, alla povertà e al cambiamento climatico, che mettono in pericolo il conseguimento degli Obiettivi del Millennio. Non si può indicare una priorità, ve ne sono diverse: dalle regole per la governance globale dell’economia a una nuova architettura delle istituzioni finanziarie internazionali, dalla mediazione tra i leader sui temi ambientali prima del summit 2009 sul clima a Copenhagen, a un concetto di sviluppo che comprenda più attori e più strumenti. Tutto questo richiede un ripensamento della natura e struttura del G8. Un aspetto che potrebbe apparire formale, ma non lo è.

2. Intende che cambierà il formato del G8, e che il G7-G8 precederà il G20? Cosa si aspetta? Perché vuole allargare il G8?

L’Italia vuole che il G8 sia sempre più rappresentativo ed efficace. Per essere rappresentativo in un mondo che cambia con la rapidità di oggi, deve essere inclusivo, deve aprirsi alle economie emergenti e dialogare con la parte di pianeta più povera. L’Italia non vuole la fine del G8, non vuole il suo scioglimento. Al contrario, vuole un G8 più forte e più concreto. Noi proponiamo una più stabile e strutturata associazione al G8 dei Paesi del G5 (Cina, India, Brasile, Messico e Sud Africa) oltre all’Egitto, in rappresentanza del mondo arabo, musulmano e africano. È cruciale il confronto su temi specifici con singoli gruppi di Paesi, per esempio quelli africani, secondo il principio delle “geometrie variabili”. Non è questione di nomi o formule vuote, ma di governance internazionale, di democrazia. Non sarà facile organizzare un G8 con queste ambizioni, ma sono sicuro che ci riusciremo.

3. Barack Obama ha appena assunto le funzioni di Presidente degli Stati Uniti. In che modo apprezza questo leader rispetto a George W. Bush, di cui era amico intimo, e cosa si aspetta da lui?

Non è possibile fare un paragone tra ciò che è stato e ciò che sarà. Non tocca a me giudicare la presidenza di George W. Bush, sarà la storia a farlo. Per me è stato, ed è, un amico, un uomo che stimo. Si è trovato a guidare la nazione americana in uno dei momenti più tragici della sua esistenza, a fronteggiare l’11 Settembre, cioè il primo attacco militare sul territorio degli Stati Uniti dai tempi di Pearl Harbour. Con me è stato leale, il suo sì era un sì, il suo no un no. Ma dietro l’amicizia c’era la solida alleanza tra Italia e Stati Uniti, tra i nostri due popoli. È su questa base che si sta cominciando a costruire un rapporto di stima, fiducia e collaborazione tra me e Barack Obama. Nei primi contatti che ho avuto con Obama, ho capito che ci legano tratti comuni. È un leader concreto e positivo, che si prepara a fondo sulle questioni, che conosce molto bene i dossier della politica internazionale, e con il quale si ragiona. Ci lega pure l’“audacia della speranza”. Un tratto necessario nei momenti di crisi. Obama sta dando fiducia agli americani e al mondo con quello che ha cominciato a fare coi suoi primi atti e col suo atteggiamento verso la Federazione Russa e il mondo islamico.

4. Bisogna discutere con Hamas? Hamas è davvero la sola responsabile dell’attuale situazione? Come giudica il comportamento di Israele?

Hamas non può essere un interlocutore. Escludo che si possa dialogare con un’organizzazione che proprio la presidenza italiana dell’Unione Europea, nel 2003, ha ottenuto di inserire nella lista delle organizzazioni terroristiche. Come si può negoziare con quanti ancora oggi vorrebbero vedere Israele cancellato dalle cartine geografiche? Il primo passo di qualsiasi interlocuzione è il riconoscimento del diritto a esistere dell’avversario. Nessun Paese e nessuna democrazia avrebbero tollerato uno stillicidio di razzi lanciati sulla propria gente. Certo, nelle azioni difensive l’impiego della forza dev’essere proporzionato all’offesa. Ma sono convinto che le stesse autorità israeliane sappiano quanto sia sbagliato un uso eccessivo della forza con centinaia di vittime tra i civili. La tregua deve stabilizzarsi in un percorso negoziale. Dobbiamo tutti guardare avanti e lavorare in concreto per la pace.
...

continua su www.governo.it



Invio del post per Email



23 febbraio 2009

Equivoci dalle intercettazioni ai nuovi Tg

Da Repubblica
Un convegno internazionale studia la comunicazione tra scritto e parlato
La difficoltà di trascrivere le emozioni e i possibili guai giudiziari.
"Si perdono dati"
"Dipende come lo dici", gli equivoci
dalle intercettazioni ai nuovi Tg
Lo stress globale nel confronto tra l'informazione tv di ieri e di oggi
E i disguidi per il modo di parlare la nostra lingua degli immigrati
di CHIARA BRUSA GALLINA
UNA FRASE scritta e una frase detta. Le stesse parole, messe in fila una dopo l'altra, ma il significato può essere opposto....

Ma io veramente un sistema per le emoticon, no le emozioni, ce l'avevo...





Invio del post per Email



22 febbraio 2009

_Ridere da morire

Un accenno ironico del Presidente del Consiglio a certe pratiche assassine che furono praticate dalla estrema destra argentina, e ancora abbastanza sconosciute a molti, a sinistra è stato spunto per polemiche e articoli indignati.

Penso anche io che i temi più dolorosi, come la morte per violenza, andrebbero trattati in altro modo.
Quando poi lo si fa per militanza e soldi, lo trovo proprio disgustoso.
Però il mio pensiero non conta, è di destra, e non ha la superiorità morale di quello progressista, che non perde una sola occasione.

Ridere da morire

Blogger jo il 22/2/09 11:58 PM
Molto diversa la cosa, infatti.
A Berlusconi capita di fare esempi che si prestano a critiche, invece Vauro lo fa per mestiere e di prassi, per chi compra i giornali di tendenza. In più a tempi fissi sulla rai di stato.
Evidentemente ha un pubblico che apprezza questo tipo di umorismo.
Siamo perfettamente daccordo.

Anonymous Anonimo il 2/3/09 7:06 AM
Ciao Gio

Come stai?

Ho letto, ed non ho potutto rimanere senza scrivere.

In Argentina c'é stata una guerra, adesso si racconta di altra maniera che non é vera. I militanti comunisti guerriglieri: montoneros, ERP, FAR, etc. andavano a Cuba per l'adestramento sulla guerriglia, venivano preparatti per l'attacco, e cos'era questo? Ammassare, rapire per millioni di dollari, fare carceri del popolo e torturare, bucchi nascosti dove un uomo non aveva posto ne per essere su un letto. Volevano prendere il potere del goberno.
Ti consiglio di vedere su YouTube, "el ataque a la tablada", dove hanno ammazzatto a molti giovanni che si trovavano nell esercito soltanto per fare un'anno di obbligo, e non avevano armi. Anche cerca: Ataque del ERP al Batallón Viejobueno 23/12/75. Ricorda la morte del Dottore Oberdan Salustro,per dirti soltanto uno: http://www.flickr.com/photos/lahistoriacompleta/2194651385/ ,http://www.memoriacompleta.com.ar/Homes.php , http://www.memoriacompleta.com.ar/Informes.htm ,
Si usciva, e mai si sapeva se si ritornava.
Non sai quanti che dicono morti, si trovano adesso in Europa: Belgica, Espagna, Francia, i principali sono quelli che le "madri" della Piazza di Maggio dicono che suoi figli sono morti per l'essercito, bugie, si trovano vivi !!!
Tantissimi morti della destra, anche persone che non avevano nulla da vedere.
Veramente in Europa, per non dire a tutto il mondo non sanno nulla di quello che é accaduto qua. Dovrei scrivere moltissimo, la mia lingua non mi lo permette farlo bene in italiano. Peró ti faró un promesso, con tempo inviarti per e-mail, moltissimi dati veri,se questo é dal tuo interesse, l'istoria verissima dell'Argentina dei quei tempi, dove la violenza della sinistra, a dovuto di avere una risposta, ed é accaduta la guerra.
l'esercito ha sbagliato soltanto nella maniera, dovevano di avere fatto dei giudizi publiche.

Adesso si hanno fatto forti e si trovano molti nel goberno, come deputati, senatori, ministri....
Con questo goberno, che soltanto pensa a mettere soldi in tasca e niente di piú, se "parla" dei diritti umani, questi diritti sono soltanto per i comunisti, i ladri, gli assasini, i violentatori, le persone viviamo con porte blindate, e tutto il tempo con paura. Argentina sta diventando il paradiso dei cartel della droga, narcotraficanti hanno messo soldi per la campagna della signora presidente, l'amica di Chavez, castro ed Evo Morales.... C'e moltissimo da scrivere per capire a nostro paese.

Ci sentiamo.

Cri

Blogger jo il 2/3/09 10:35 AM
Se la sinistra non può solo e sempre attaccare Berlusconi, per combattere deve mistificare su tutto.
Ma io non mi rassegno.

Ciao Cri
Jo



Invio del post per Email



19 febbraio 2009

Il ruggito del topo

Il ruggito del topo
Rosicchiano e rosicchiano nascosti, aprono piccole falle, e quando la stiva è colma d'acqua, da bravi topi, sono i primi ad abbandonare la nave.
Che poi, era la nave ad essere marcia, mica loro a bucarla.
Fuor di metafora vi invito a leggere questa storia di topi, una tra le meglio documentate che abbia mai letto.

Blogger jo il 20/2/09 11:19 PM
no anzi, ho apprezzato moltissimo il tuo blog!



Invio del post per Email



15 febbraio 2009

Mastella e i compagni di viaggio

Peste e corna sul Pdl per il recupero di Mastella, di cui, non fosse altro per la fama, avrei fatto volentieri a meno anche io.
Ma chissà se, tra una canna e un'altra, gli intellettuali di casa nostra danno mai un'occhiata ai loro ideali compagni di viaggio internazionali.
Un paese e la sua filosofia volano più alto, e contano un po' di più dei nostri reucci regionali.


Emirati Arabi Uniti
Torneo di Dubai, niente visto d'ingresso

per la tennista israeliana Peer
DOHA - Avrebbe dovuto partecipare al torneo Wta di Dubai. Ma Shahar Peer, tennista israeliana, 48/ma nel ranking mondiale, dovrà rinunciare: le autorità degli Emirati Arabi Uniti le hanno rifiutato il visto di entrata.
EPISODIO - Shahar Peer, ex numero 15 del mondo, non ha voluto fare commenti. All'inizio dell'anno era già rimasta coinvolta in una vicenda che l'aveva molto infastidita: durante un torneo in Nuova Zelanda, ad Auckland, era stata provocata da un gruppo di spettatori che protestavano contro l'offensiva militare israeliana a Gaza. «Io non sono il governo d'Israele, e non lo rappresento in alcun modo a livello politico», aveva detto in quella circostanza la 21enne Peer, che l'anno scorso a Doha era stata la prima giocatrice israeliana a prendere parte ad un torneo organizzato in un paese del Golfo.

Fratellanza, sportività, superamento delle barriere... quante belle cose predicano e basta gli arcobalenici. Ma solo a riguardo del loro paese. A proposito:
Va ricordato che (sempre negli Emirati, NDR) l'importazione, il consumo, la produzione e il possesso di sostanze stupefacenti (cannabis, hashish, marijuana, eroina, cocaina, ecc.), anche se in quantità minima (nell'ordine di milligrammi) è vietata ed è severamente punita. Tale normativa viene rigidamente applicata anche in caso di semplice transito nel Paese. Alcuni connazionali sono stati imprigionati nel Paese perché in possesso di sostanze stupefacenti anche per minime quantità ad uso personale (dai 4 anni alla pena di morte, NDR).

Suddai, andatevi a fare un giretto tra i fratelli musulmani nei favolosi Emirati Arabi Uniti, cog..... .

Tags:
Mastella Pdl Israele Shahar Peer Emirati Arabi Uniti Nuova Zelanda Auckland tennis sport cannabis hashish marijuana prigione Gaza marce intolleranza diritti dittatura arcobaleno fratellanza proibizionismo progresso e Pannella

Blogger Pincopalla23 il 15/2/09 6:39 PM
Piccola segnalazione brader: il blog drogo che linki nel tuo cocktail risulta non più attivo.
Il mio voglio farlo vivere ancora un po'... chissà che mi torni la voglia :)

;)

Blogger jo il 15/2/09 6:47 PM
grazie grazie io "monitoro" e lo so :d lo lascio nei link in attesa che riapra col terzo blog ... so bene chi è, non c'è due senza tre
A te invece inutile dirti che ti tengo d'okkio e un post meno che annnuale mi pare un po' poco e se nun provvedi te segnalo a blgsput per bad use of the band anzi gangs-band :P



Invio del post per Email



14 febbraio 2009

Ricordi

foto di repertorio

Di Pietro:
«Continuerò a difendere la Costituzione, senza se e senza ma, e mi appellerò al Capo dello Stato - aggiunge -, quale garante della Carta, ogni qualvolta ce ne sarà bisogno. Anzi, comincio subito invocando il presidente della Repubblica a non firmare, se il Parlamento lo dovesse convertire in legge, il ddl sulle intercettazioni perchè è incostituzionale e immorale. Siamo di fronte ad una dittatura - conclude Di Pietro -: questo governo sta smantellando lentamente tutti
i principi tracciati dai nostri padri costituenti».

Anonymous Anonimo il 14/2/09 12:02 PM
Auch bei uns wird heute die Liebe gefeiert und so wie Isa zu Recht gesagt hat ebenfalls die Freundschaft....

baci :-* baci :-* baci :-*

f.(*)

cari saluti a te isa @};-

Blogger jo il 14/2/09 8:50 PM
il bello di internet, di cui si dice tanto male, è di certo anche la possibilità di riconoscersi amici in tutto il mondo...
e non dicano che non è vero, che non sono vere amicizie.
A me pare una vita che ci si conosce..., anzi, lo è quasi, in effetti :))
mi unisco, saluti a tutti gli amici!

non bacio e non dico tvb perchè... mi conoscete ..... :P ma lo penso!

Anonymous IsaFelina il 16/2/09 12:56 AM
f.(*)-----> besos
Piccolino :-D la mia altra mita e ritornata \:d/



Invio del post per Email



12 febbraio 2009

Costituzioni e ideologìe

Costituzioni e ideologìe


USA
Preambolo.
Noi, popolo degli Stati Uniti, allo scopo di perfezionare ulteriormente la nostra Unione, di garantire la giustizia, di assicurare la tranquillità all'interno, di provvedere alla comune difesa, di promuovere il benessere generale e di salvaguardare per noi stessi e per i nostri posteri il dono della libertà...



FRANCIA
Art. 1.
La Francia è una Repubblica indivisibile, laica, democratica e sociale.



GRAN BRETAGNA
La definizione della Costituzione inglese è quella di «costituzione non scritta», in quanto manca un documento organico che contenga tutte le norme sull’organizzazione dello Stato.


GERMANIA
Art. 1.
La dignità dell'uomo è intangibile. È dovere di ogni potere statale rispettarla e proteggerla.



ITALIA
Art. 1.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro(*).


(*)grassetto posto da imitidicthulhu

Blogger jo il 12/2/09 10:45 PM
non credo, però
CP Art. 54 Stato di necessita'
Non e' punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessita' di salvare se' od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona...


morire di fame è un danno grave, fracassarsi la testa contro il muro perchè si è in astinenza da stupefacenti altrettanto pericolo di danno grave...

Penso che tutto dipenda dal potere di chi ha subito il danno.
E sono assolutamente serio.



Invio del post per Email



Contestualizzare,
cosa diavolo significa?

Corriere:
IL processo a Giovanni Petrali per i fatti del 17 maggio 2003
Tabaccaio uccise rapinatore: condannato
a un anno e otto mesi per omicidio colposo
Il pm aveva chiesto 9 anni e mezzo.
Spara ai banditi in fuga, terrore in strada
MILANO - Un anno e otto mesi per omicidio colposo...

giustizia è fatta.
Mi piacerebbe che ora la massa di intellettuali, soprattutto gli ex BR e i signori delle bacchettate all'italia xenofoba e razzista, CI SPIEGASSERO IL SIGNIFICATO DI UNA PAROLA CHE USANO SPESSO NEI CONFRONTI DELLA VIOLENZA : CONTESTUALIZZARE
La destra non è capace di CONTESTUALIZZARE, come si fa?



Invio del post per Email



10 febbraio 2009

Il James Blunt che non c'è più
(copyright e Youtube)

Il James Blunt che non c'è più

Riorganizzando ieri sera il blog mi sono accorto che il mio primo clip "Annie", non era più presente sul mio canale di Youtube.

Il link diretto conduceva dritto ad un avviso di rimozione per tutela dei diritti della WMG (Warner Music Group).
Fatto ricerca, ho appreso che Youtube non ha rinnovato gli accordi con WMG, ovvero che i due colossi hano perso la reciproca
convenienza a collaborare.

Perfetto. Io sono un convinto sostenitore dei diritti e non ho che da adeguarmi.
Di cosa mi lamento allora?
Di nulla, faccio solo qualche considerazione.
Commettiamo un grande errore definendoci "utenti" di Youtube, Yahoo!, Facebook, e via col vento...
Noi siano "mezzi" o "contenuti", e ci mettiamo a disposizione per un straccio di banda che può essere revocato in ogni momento.
Non ho ricevuto alcuna email di avvertimento, quelle me le inviano solo se devono propagandare qualche miracoloso widget che intasi la rete.
Nella mia pagina c'era la facoltà di sostituire il brano musicale con un altro, scelto nella vasta gamma di pezzi messi gratuitamente (con possibili scritte pubblicitarie) a disposizione.
L'ho fatto.
Ci tenevo al mio piccolo primo clip, se non altro per ragioni affettive.

Stamane mi accorgo che on line la qualità è decaduta in modo pauroso.
Una infame quadrettatura da ricompressione selvaggia imperversa nel mio filmatino. Cosa sarebbe questa, l'alta qualità del web3.0?
Con quante palle ci trastulliamo, ragazzi!
Mi auguro seriamente che si arrivi presto a una legge che finalmente regoli i contenuti sul web.
E delimitando i doveri, definisca i diritti.
Credo che così come un pò di banda (peraltro su Aruba è illimitata) costa alla fine pochi euro all'anno, assolvere gli obblighi di copyright, laddove fossero chiari e sburocratizzati, sarebbe altrettanto indolore.
Con buona pace dei soliti petizionisti dell' iosonocontro, che alla fine non fanno altro che alimentare lo sfruttamento delle major.
Meglio 20 Euro l'anno che tutto il nostro impegno di appassionati, barattato per un po' di stream e perline ricompresse male, quando gli fa comodo.


Blogger jo il 10/2/09 7:11 PM
Chiaro. Mi piacerebbe sapere se esiste un luogo dove nasce qualcosa di costruttivo. Alle proposte di legge, discutibili quanto si vuole, si risponde uscendo dal seminato e pigliando l'occasione per farne un attacco politico generale. Succederà poi che alla fine, per forza di cose, passerà qualcosa di forzato completamente avulso dai desideri e dal bagaglio di conoscenze di chi in rete ci sta e la fa davvero.
A meno di avere il coraggio, mio pensiero personalissimo, di generare una rete a due livelli.
Uno che si alimenta, come oggi, del mercato e dei suoi bisogni di pubblicità, libero a ogni forma di spam e con spazi "in prestito", e uno cosapevole che il lavoro va retribuito e il cui accesso, a pagamento contenuto, garantisca qualità e sicurezza.



Invio del post per Email



9 febbraio 2009

_finché morte non sopraggiunga

STATO VEGETATIVO – Le cellule cerebrali sono vive e mandano segnali elettrici evidenziati dall’elettroencefalogramma. Il paziente può respirare in modo autonomo, mantiene vivacità circolatoria, respiratoria e metabolica. Lo stato vegetativo non è mai irreversibile.

Da oggi la società civile ha deciso che chi venga a trovarsi nella condizione di stato vegetativo possa essere lasciato morire, anche qualora persone volontarie abbiano deciso di accudirlo.
Non sarà lecito utilizzare allo scopo arma o veleni, ma il paziente sarà lasciato privo di acqua e cibo finché morte non sopraggiunga(*).

(*) questa frase non è nuova, si tramanda da secoli.

Blogger jo il 10/2/09 12:24 PM
E' questa sicurezza della scienza che a me preoccupa. Io non mi sento di chiudere le porte proprio perchè non abbiamo nessuna idea della coscienza di sè, ed un fatto inconsueto, quando succede, diventa miracoloso.
Non ho le tue certezze, anzi, temo le certezze che prevedano atti definitivi sugli altri.



Invio del post per Email



6 febbraio 2009

storico quotidiano della sinistra

L'Unità (storico quotidiano della sinistra) titola :
I commenti della stampa estera
Gli sviluppi del caso di Eluana Englaro e lo scontro tra il governo e Giorgio Napolitano hanno avuto ampia risonanza sui media internazionali. Il più duro è El Pais che parla di «piccolo colpo di Stato» da parte dell'esecutivo di Silvio Berlusconi. La notizia è l'apertura del sito del quotidiano: «Il caso Eluana apre un conflitto istituzionale senza precedenti in Italia», titola il giornale vicino alla sinistra spagnola. Poi, in un editoriale firmato dal corrispondente Miguel Mora, si sostiene che il governo Berlusconi «si è barcamenato ieri durante tutto il giorno fra la farsa e il vaniloquio giuridico e il caso». «Messo nell'angolo dalla pressione dei cattolici più integralisti», si continua, «il governo ha scritto e reso nota la bozza di un decreto urgente fatto apposta per impedire l'esecuzione della sentenza della Corte d'appello di Milano». Secondo Mora, queste «conseguenze erano prevedibili» e «di carattere così distruttivo» da essere equiparate a «un piccolo colpo di Stato: conflitto istituzionale con il presidente della Repubblica, acuirsi dei malumori del già indignato potere giudiziario e mettersi contro la maggior parte degli italiani (quasi l'85%)».

Io sono laico, anzi son proprio anticlericale, non ho motivazioni etiche o ideologiche a sostenere la pietà o la giustizia, ma NON CREDO ASSOLUTAMENTE che solo il 15% degli Italiani sia d'accordo con il lasciar morire di fame e di sete una persona in stato vegetativo, e il giornalista avrebbe dovuto evidenziarlo, piuttosto che dedicare trionfante a El Pais il principio e metà dell'articolo.

Penso che l'Unità creda di essere ancora nell'Italia dei primi anni '50, che prendeva per oro colato tutto quello che veniva da loro sventolato.

Questa pseudostatistica ha la stessa ignoranza e la stssa arroganza di allora, una rozzezza che credevo sepolta con la fine dei viaggi organizzati per ammirare le fabbriche degli operai del sol dell'avvenire, mentre a Mosca la gente faceva la coda fuori dai negozi sguarniti di tutto.

Un mondo da truffa che è crollato da mezzo secolo, ma una sfrontatezza di espressione che resiste.

Credo che moltissimi di noi ( parlo del loro 15%) non si siano buttati nel cicaleccio per un motivo semplice, per non soffiare sul fuoco dello scontro tra progressisti e integralisti, in cui non ci riconosciamo.

Penso che come me tanti siano convinti che la SCIENZA, su quel che concerne la vita e la coscienza di sé, non sappia nulla, ma proprio nulla di nulla.

Avrei preferito che chi ha invece tante certezze avesse avuto il coraggio di sostenere una rapida iniezione, piuttosto che la morte lenta per privazione di acqua e di cibo.

E' una soluzione che NON ha il coraggio della soluzione, e si chiama VIGLIACCHERIA.
E' il girarsi dall'altra parte, e il girarsi dall'altra parte significa anche MAFIA.

Bene si è espresso ieri Enzo Jannacci, e lo ammiro per il suo coraggio, non è certo un sostenitore di questo governo o della chiesa, ma non ha temuto il rischio dell'equivoco.

Chi vuole si trovi da solo i link della conferenza stampa di questa sera del Presidente del Consiglio, ma non mi illudo sui più, abituati sempre e solo a sputare e ingozzarsi di grasse risate con le frattaglie di nano di Youtube.


Updated sabato 7 febbraio 2009 ore 2.16
Posto un link molto interessante:
Coma, stato vegetativo, morte cerebrale tutti i termini della fine della vita
Non sono un medico ma, più sopra, parlando di stato vegetativo, mi riferivo esattamente a questo

Updated domenica 8 febbraio 2009 ore 17.56
Premesso che è un problema di coscienza, e che quindi non mi sento di condannare chi la pensa diversamente da me, sento il DOVERE di scagliarmi contro chi, come al solito, vuole AZZERARE gli altri.
A questo link, anche se non è certo verità rivelata, quello che emerge tra la popolazione, e che mi riconduce al concetto di base di questo post.
NON SI PU0' SEMPRE MISTIFICARE su chi non si condivide.
Per quel che mi riguarda chi ne è convinto se lo tolga dalla testa.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2009/02/08/pop_mannheimer.shtml





Invio del post per Email



4 febbraio 2009

Google: mi sento osservato

Google: mi sento osservato

Google lancia «Latitude», il software che permette agli amici di sapere dove sei. Si tratta di una funzionalità di Google Maps per cellulari e dispositivi wireless, attivabile a richiesta.
(e nuove preoccupazioni su cui perdere tempo contro exploit et similia. NDR)

[Corriere]


Blogger jo il 6/2/09 1:14 AM
bastarduz quando sarai partito spiffero 'ndo stai :))
vogliamo le fotooooooo



Invio del post per Email



3 febbraio 2009

UK Ufficio Arruolamenti

UK Ufficio Arruolamenti

Operai italiani a parte, dall'epoca delle gloriose "Trade Unions", il Regno Unito si è sempre distinto per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori.
Una recente norma prevede l'uso del velo e ridisegna l'uniforme di alcuni corpi di polizia.
Onore al merito per una civiltà che rispetta e abbraccia senza distinzioni gli usi e i costumi della sua gente, e un augurio. Che si cominci ora ad arruolare anche le "naturiste" più convinte!

Blogger jo il 4/2/09 1:53 AM
no no io sono davanti in prima fila col pannello riflettore per le luci :d



Invio del post per Email



Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :