archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

25 giugno 2006

Choir Partiture_

Panem et circenses volevo titolare questo post che 10 minuti fa non pensavo neanche di scrivere.
Poi ho cercato qualcosa di più snob, dal sapore un pochino intellettuale (del resto oggi si usa così, bisogna stupire neanche fossimo in pieno periodo barocco), anche se il titolo che più mi convinceva era "Imbecilli".
No, ma non si puo' dire imbecille a certa gente, quindi scordatevelo, ho riflettuto solo ad alta voce. Sul "circenses" di questi giorni credo non ci siano ostacoli alla comprensione, ma lì ogni battaglia è persa, non credo si possa spiegare perchè il mondo si fermi così, e in ogni caso me ne importa men che meno.
Invece mi fa rabbia che oltre ai circenses chi amministra distribuisca il solito pane rancido.
Un'altra vittima di cantiere.
Esternazioni obbligatorie.
Ma è proprio d'obbligo esternare sempre le solite castronerie?
Non so chi le ha dette, vedete un po' voi, basta seguire un telegiornale per scoprire chi è.
Del resto questo tipo di gente è giusto abituata a far pagare agli altri per comprarsi il biglietto del potere, o della popolarità, e io cerco di ridurre al minimo il rischio di contribuire alla colletta, visto che di soldini non ne ho.
Veniamo al dunque:
1a esternazione "Ci vuole più controllo nell'assegnazione degli appalti pubblici"
2a esternazione "Inaccettabile"
3a esternazione "Cantieri neri"
Ognuno a dare il meglio del proprio messaggio, neanche tanto subliminale.
Io tradurrei così:
1a esternazione "Ora ci siamo noi al potere, e le cose cambieranno, prima di noi era il caos"
2a esternazione "Io sono autorevole, vedete che non mi serve far discorsi"
3a esternazione "Tutta colpa del sistema capitalista che per sua natura è corrotto"
Ma qualcuno che si azzardi a entrare nel merito no?
Forse che gli incidenti succedono solo e prevalentemente nei cantieri dei grandi appalti o nei cantieri con personale al nero?
Non è affatto vero, e questa non è analisi affrettata, è voglia di portare acqua al proprio mulino politico, anche se è sporca di sangue (degli altri).
Sull'inaccettabile non mi soffermo neanche, uno che accettava i carri armati in un paese civile (?!) per me dovrebbe solo tacere.
Nessuno che per sbaglio faccia notare che la vita in cantiere non è quella dell'impiegato di banca?
Che la legge già prevede piani di sicurezza e figure di responsabili?
Che è lì che bisogna frugare senza mezzi termini?
Che ai convegni ci si riempie la bocca di termini come "qualità" e "certificazione" che di per sè sono talmente omnicomprensivi da perdere ogni significato?
Che i piani di sicurezza sono costosi e vuoti e sono un copia e incolla di enunciati tanto vincolanti da finire disattesi?
Che la responsabilità della sicurezza diventa un palleggio per via di norme talmente pedestri da rendersi inutili?
Che a volte gli incidenti sono anche frutto di eccessiva sicurezza nella propria abilità?
Quanta di questa gente ha mai sentito l'orgoglio con cui il muratore racconta quanto ha rischiato?
E il personale di controllo?
Il massimo che si riesca a fare è di mandare gli ausiliari a dar multe in drappello di 5.
Uno che legge la targa, uno che detta, uno che scrive, uno che si guarda in giro, e l'altro che non si sa che cosa cazzo faccia.


Invio del post per Email



Commenti : 9
Blogger pincopalla ha scritto il
25/6/06 12:40 PM 
Una domanda ai frequentatori di questo post:
Come mai nessun commento? Di critica, di approvazione ... un commento comunque. Cosa c'è.... quando l'argomento è serio non interessa o ci si tira indietro?
La mia è solo una domanda, pura curiosità nulla di più !!


Anonymous Anonimo ha scritto il
25/6/06 1:07 PM 
@marco: Ti rispondo per me stesso. Se devo parlare di politica, preferisco farlo in modo ironico e scherzoso. Farlo, commentando questo post, mi sembrerebbe di pessimo gusto. Il silenzio non è sempre disinteresse; a volte è rispetto.


Blogger jo ha scritto il
25/6/06 1:51 PM 
@marco : ho lasciato questo commento solo stanotte
@angelo : capisco quello che intendi, io aggiungo che spesso si è fatta politica con lo scherzo travestito da satira, quando faceva comodo.
Ora, per tutti, sarebbe anche il momento di parlarne seriamente


Blogger pincopalla ha scritto il
25/6/06 2:31 PM 
@angelo c.: continuiamo a scherzare, ironizzare, farci intontire da parite di calcio o da notizie che dovrebbero trovare spazio sulle pagine dei giornali da spiaggia (vedi scambi favori sessuali, principi e quant'altro !)
E' ora di svegliarsi !!!!
Nel rispetto dei morti ammazzati per un pezzo di pane e di chi, quel pezzo di pane, non ha neanche la possibilità di guadagnarselo.


Anonymous Anonimo ha scritto il
25/6/06 3:11 PM 
..allora, puntualizziamo...
..parlare seriamente, svegliarsi..
In linea di principio sono d'accordo.
Ma su un blog, in un post (o in un semplice commento) si può dar voce ad uno stato d'animo, si può esternare un emozione facendone partecipe i lettori....
Entrambi ci siete riusciti benissimo...
Ma si può davvero parlare di qualcosa..?
Dove per parlare io intendo il mettere in campo tanti punti di vista..(v. posts e commenti sull'argomento), avere una dialettica costruttiva con sè stessi e con gli altri.

Dubito che un qualunque blog reggerebbe il traffico generato da una "vera" discussione.
C'è un posto ed un momento per ogni cosa.
Precisato che nel suo blog ognuno ha il diritto dovere di esprimere ciò che più gli aggrada (dunque il mio commento non era una critica a Jo sul tenore del post), io leggo, rifletto ma non mi esprimo.
Questo perchè mai riuscirei a farlo in modo esauriente, per forma e contenuti.
Maniaco del perfezionismo..uno dei miei innumerevoli difetti.
Detto ciò, argomento chiuso, libero banda e smetto di usurpare spazio.

Ciao


Blogger jo ha scritto il
25/6/06 3:28 PM 
Io infatti ho scritto "ho capito"
Cmq qualsiasi cosa ti venga in mente e tu voglia trasmetterla qui la si riceve.
Ho avuto critiche dai blogghisti puristi (senza ironia eehh non ricominciamo) proprio perchè ho evidenziato al massimo in home page la parte commenti. Più di così non potevo fare, ma a me, detto e ripetuto, piace un blog aggregatore ...
Lo spazio qui basta e avanza, su blogspot risiedono unicamente i commenti e (non tutti) i post.


Blogger Ninguno ha scritto il
25/6/06 9:36 PM 
Hai scritto con giusta rabbia questo post, condivido con te tutto questo che hai scritto. E con molto dispiacere ti devo dire che questo succede anche qua, ed in molti altri paesi. Sempre il potere è sporco di sangue degli altri, la sicurezza domanda dei soldi e loro mai spenderanno nulla per la vita di un operaio, non è la loro vita.
Come si fa per trovare il giusto equilibrio? Da molto tempo mi domando questo.


Blogger jo ha scritto il
26/6/06 6:56 AM 
Come si fa per trovare il giusto equilibrio?
Semplice, sia a destra che a sinistra vogliono volare e quindi cadono.
Quando la gente comincerà a capire che vale chi cammina e non chi fa finta di volare.
E questo non succederà mai


Blogger Ninguno ha scritto il
26/6/06 8:51 AM 
Jo, i politici non cadono mai, e se lo fanno saranno sostenuti dagli altri politici per coprirsi uno con l'altro, questa è una regola d'oro per loro.
Certo che vale chi cammina e non chi fa finta di volare. ma questo lo capiscono le persone che hanno una determinata formazione, ci sono altri che guardano ai politici come ad uno specchio, e vorrebbero specchiarsi e trasformarsi in loro.
Credo che affinché questo non succeda più debbano cambiarsi molte cose di radice. Quasi incominciare una nuova società ed educazione.


Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :