archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

30 gennaio 2010

I numeri dei politici oggi su Facebook



Dal 5 ottobre ad oggi ( la base del 5 ottobre l'ho recuperata sul gruppo ClandestinoWeb ), questi i numeri dei fans dei politici italiani più seguiti su Facebook.

Berlusconi passa da 156.567 a 198.405 fans,
cresce Brunetta, da 58.533 a 64.072,
superando decisamente Bossi (da 57.910 a 61.645).

A ruota Di Pietro (60.112 attuali, erano solo 33.540)
mentre di poco sale Gelmini (38.865 da 38.063),
insidiata dai 37.929 fans di Gianfranco Fini (ne aveva 32.711).

Poi finalmente arriva il PD con una Debora Serracchiani quasi stabile (31.879 da 31.066), e infine gli altri, in ordine sparso, ma con numeri ormai così bassi che evito di riportarli.

Blogger luisa il 31/1/10 9:13 AM
Non è che i fans del P.D si fanno meno seghe mentali?
Poi, che in politica si usi il termine "fans" mi fa proprio capire a che livello alto di superficialità si è arrivati.

Blogger jo il 31/1/10 4:43 PM
d'accordissimo, la pagina di Obama ne ha 7 milioni, di fans... anche io ho sempre sostenuto che siamo al disastro dei cervelli :D



Invio del post per Email



25 gennaio 2010

Quando si dice faccia di tolla, vero Tonino?

QUI, ieri
LECCE - “Goodbye, Nichi”. Il messaggio semplice ed indirizzato al governatore pugliese uscente Vendola è firmato congiuntamente, anche se con intenzioni a questo punto diverse, da Italia dei Valori e Unione di Centro. I dipietristi si dicono pronti a scendere in campo con una propria lista ed un proprio candidato, visto che il Pd insiste sul nome di Vendola, che evidentemente, dopo le rassicurazioni degli ultimi giorni, in fondo, non è mai andato bene. Si potrebbe tranquillamente parlare di “doppiogiochismo”, visto che tra i “ni” e i “forse”, nelle ultime settimane, dopo un Sali e scendi umorale, l’Idv aveva manifestato l’interesse a trattare anche sul nome di Vendola. Da oggi, invece, il presidente uscente torna ad essere un problema ..

e QUI, oggi
DI PIETRO - Il leader dell'Idv Antonio Di Pietro esalta la vittoria di Vendola: «Faccio i miei migliori auguri a Nichi Vendola, la sua è una vittoria della caparbietà e soprattutto della società civile che attraverso premi Nobel, scienziati e artisti, attori, associazioni, movimenti e migliaia di pugliesi lo hanno sostenuto»

Blogger jo il 27/1/10 12:25 PM
no no... resta pure sul tema di pietro...

Blogger Pincopalla23 il 27/1/10 5:22 PM
eheheheh il tema coerenza è troppo per chiunque... hai ragione

Blogger jo il 27/1/10 5:37 PM
non è un fatto di coerenza, è che quello che ho scritto è bello chiaro, non è una interpretazione o un video mixato ad arte...
mi pare la prova provata, se c'è di mezzo tonino, si glissa su berlusca...

Blogger jo il 27/1/10 5:42 PM
E cmq te lo posto io cosa risulta sul parere di B.

Puglia, Udc e Pdl cercano l'intesa
Berlusconi: «Volete che vinca Vendola?»

Ora, c'è chi lo dice, che il suo parere è far scelte di convenienza, e chi le scelte le fa diventare virtù come gira il vento.

Per me c'è una differenza enorme.



Invio del post per Email



I Grandi Narratori della Sinistra

nel senso di mano...

Blogger jo il 27/1/10 12:23 PM
chiamali come vuoi io intendo per esempio questi qui.
Cmq qui di sicuro si usano di più etichette, e alla sinistra è consentito dare anche titoli, mentre per la destra invece non sta bene.
Per sommi capi la politica in italia.



Invio del post per Email



21 gennaio 2010

Tessuti da urlo

... il terrorismo è la pestilenza di questi secoli, e l'unico modo per tenerlo a bada è isolare gli stati infetti e curarsi in casa i focolai propri. No, no, per curarlo bisogna invece andare a rimestare le piaghe ovunque, il che significa esattamente produrre l'effetto contrario.

Era quel che scrivevo qui il 13 gennaio.
Oggi sul Corriere leggo :

«È come aggiungere acqua alla sabbia, come diciamo nel mondo arabo: la rende solo più pesante».

Il problema è che lo dice Omar, i figlio quartogenito di Bin Laden.
Che io mi stia arabizzando? No, non ci sono arabi e non arabi, politici buoni e politici cattivi, nel mondo che vorrei. Vorrei solo che ci fosse un po' di gente col sale in zucca, ma credo sia una pretesa assurda.
Quando per sopravvivere dovrò travestirmi anche io da imbecille avrò però un grosso problema, cosa mi metto, la sciarpa a quadrettini come la Kufia, o una sciarpa viola?
Tutte due, e intanto che ci sono una bella bandana pacifista arcobaleno, per quel cazzo che vale, non è una grossa spesa.

Blogger jo il 21/1/10 9:42 PM
Infatti, molto meglio godere dei clip su "papi", che rai3 manda a tambur battente (stasera in 8 minuti 3 volte lo stesso filmato di sfottò) che pensare alle promesse di Obama.
Si paga, ma è più rasserenante.



Invio del post per Email



Pagelline Taroccate




Invio del post per Email



20 gennaio 2010

Il Salone Nautico di Genova

"Pace e bene a tutti, sono più umile e più calmo di Padre Mariano, perché sto per fare qualcosa che non ho mai fatto nella mia vita: sto andando all’estero a fare.. non è un tour, è una serie di cose, è una missione per spiegare, in questo spettacolo che sto preparando, che si chiama: "Incredible Italy", che tipo di Italia è diventata questa, come ci conoscono all’estero e che misure debbono prendere.
(Dal grillo blog)

Allora, se ho capito bene, ma c'è proprio scritto così, lui va all'estero a spiegare cosa dell'Italia pensino all'estero, e come all'estero debbano comportarsi con noi.
Bellissimo per il fustigatore dei Condoni che si è condonato le malefatte della sua immobiliare dal 1997 al 2001.
Allora, io sono Italiano, prima mi faccio fregare da lui perchè mi sottrae quattrini quale cattivo contribuente, poi mi sento fare prediche in casa, poi non contento, il medesimo farabutto va espressamente a sputtannare l'Italia fuori dalle mura.
Son felice perchè vivo a Milano, a Genova ci andavo, a vedere il Salone Nautico, ma è un pezzo che non ci vado più.
Che dire, questo mi rassicura dal rischio di atti inconsulti. Non mi appartengono, ma non si può mai dire....

Blogger jo il 24/1/10 2:09 AM
non lo so, da quando c'è stato travaglio ospite fisso, anno zero non l'ho più seguito, è diventato fin troppo scontato



Invio del post per Email



Click-power

Perchè faticare a convincere gli elettori che il proprio partito, o candidato, è il migliore di tutti?
E' molto più semplice eliminare fisicamente gli altri candidati.
Questa tecnica però non ha dato fin'ora buoni risultati.
Perchè non tutta Italia è credulona al punto da scartare un presidente del consiglio perchè si è presentato a una festa di famiglia, e solo per questo è stato chiamato pedofilo.
Va bene tutto, ma la presunzione di imbecillità altrui non ha raggiunto le previsioni, ancorchè robustamente avvallata coi filmati tarocchi di Youtube e con pagine estere dei giornali (comprate a fior di soldi e di pressioni).
Però ha originato un modus vivendi della politica che è diventato uso consolidato.
E' necessario accompagnare al vilipendio un bell'atto giudiziario con tanto di bollo della Repubblica, e il gioco è fatto.
Bollo della Repubblica che è poi la stessa che gli ispira vergogna?
Ma tant'è, se è utile allo scopo, tanto vale approfittarne.

Del resto, c'è solo da stupirsi che nessuno ci avesse pensato prima, stante le dichiarazioni rese già anni fa sul sito ufficiale di magistratura democratica dalla dottoressa G.I. Gandus.

Perchè si uscirà dal disastro dell'attuale situazione italiana con una nuova maggioranza, con un nuovo governo, e con nuove proposte anche per la giustizia e la magistratura.

Detto per bocca di un pubblico ufficiale portavoce di molti, chi è lo stupido che sottovaluterebbe l'immane potenza di un sistema giudiziario che si muova in ordine a un suo giudizio politico piuttosto che in base ad un principio applicativo della legge, e saprebbe fare a meno della sua dichiarata disponibilità?

Il nodo ora è qua, ed è un nodo molto più pericoloso delle chiacchiere, delle mezze verità e del -faccio sembrare- dei vari Travaglio.
E' un nodo più pericoloso dei gochini di potere dei vari D'Alema sulle banche, salvatosi col rialzosass sulla pietra dell'immunità europea, pietra di cui tutti, per motivi vari, hanno finto di non accorgersi.
Ed è solo un esempio. Chi lo sa, che anche Di Pietro ha giocato allo stesso gioco?

Ma nel complesso queste metodiche hanno dato pochi frutti, salvo il semplice pararsi il sedere.
Incomparabili ai frutti che danno un buon paio di manette affibbiate agli avversari.
Mandare armigeri e manette era una operazione "politica" che i frutti li ha dati sempre, prima che uscissimo dal medioevo, e ora ci si rientra alla grande.
Il problema non è né Berlusconi né Vendola.
Il problema è di capire che si sta chiudendo un capitolo. Che tornano le folle pronte a seguire gli arruffapopolo (folle oggi anche virtuali), e che non hanno più forconi e torce. Gli bastano le sciarpe viola e i clik del mouse.
Ma la minestra non cambia.
Sono solo più ignoranti, e, a differenza di un tempo, sempre più convinte di non esserlo, perchè sanno clickare, che è cosa tecnologica. E clickare ha oggi un potere un miliardo di volte superiore al gridare a squarciagola nella piazza sotto casa.
Però bisognerebbe capirlo.


Blogger jo il 20/1/10 8:53 PM
Ma "cosa?" sussiste? Domani pubblico un nonno che va a pigliare i nipoti all'asilo e sostengo cosa? Che è un pedofilo?
Non si puo' sostenere che berlusconi viva da nababbo e poi far finta di scandalizzarsi se per i 18 anni di amici di famiglia non porta solo in regalo la catenina da 3 grammi.
Manco le foto li ritraessero soli.
E' calunnia bella e buona, fino a prova contraria, e non c'è proprio da stupirsi se una moglie che si appresta a chiedere capitali in separazione non ne approfittasse.
Ma che questo diventi prova di presunte malefatte è un'insulto al buon senso e alla comprensione degli eventi.
O anche tu sei convinto della coppia felice scombussolata dalle vicende sventolate da repubblica e dal pais?
Io son convinto che le hanno giusto dato una mano sugli alimenti, chamiamoli così, poverina.
Mah.
Sai a volte penso proprio di ragionare in modo strano rispetto alla gente...



Invio del post per Email



19 gennaio 2010

Mini breviario storico del PSI
(così è, se vi pare, ma anche se non vi pare)


Sandro Pertini



Nel 1953, alla morte di Stalin, il suo intervento, in qualità di presidente del gruppo senatoriale socialista, celebrò il capo dell'URSS :
« Il compagno Stalin ha terminato bene la sua giornata, anche se troppo presto per noi e per le sorti del mondo. L'ultima sua parola è stata di pace. [...] Si resta stupiti per la grandezza di questa figura che la morte pone nella sua giusta luce. Uomini di ogni credo, amici e avversari, debbono oggi riconoscere l'immensa statura di Giuseppe Stalin. Egli è un gigante della storia e la sua memoria non conoscerà tramonto.»

Pietro Nenni




La disillusione per molte delle speranze infrante del centro-sinistra - ma anche la difficoltà di riconoscersi nelle mutate condizioni sociali e politiche del Paese - lo portò al "periodo triste", caratterizzato dalla sconfitta della linea autonomista che portò alla segreteria De Martino. A tale linea però rimase sempre fedele e, quando morì, il giorno di capodanno del 1980, il PSI era da tempo nelle mani di Bettino Craxi, che era considerato il suo delfino.
Il suo sostegno alla segreteria di Craxi si prolungò fino alla fine: quando la corrente signoriliano-amatiano-giolittiana tentò di abbattere la segreteria nel Comitato centrale del 20 dicembre 1979, il già malato Nenni, nell'abbandonare stremato a mezzanotte la riunione, richiese di essere richiamato nel caso si addivenisse ad un voto nel prosieguo della nottata, per non far mancare il suo voto a
Bettino Craxi





Invio del post per Email



REPUBBLICA, da andarsi a NASCONDERE!!!

Quanto al Partito democratico, ancora a novembre i suoi senatori, inclusa l’ex ministro Livia Turco, firmavano interrogazioni per chiedere al governo «un intervento massiccio in termini di distribuzione di vaccini». Nessuno, da quelle parti, sosteneva che comprare vaccini in massa fosse sbagliato. Il contrario, semmai. Già a settembre il medico Ignazio Marino, presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul servizio sanitario, diceva che «il piano presentato dal governo per fare fronte all’emergenza dell’influenza A appare incompleto rispetto ai potenziali rischi che correremo». Il governo italiano, accusava il senatore del Pd, avrebbe dovuto spendere di più: la Francia, ad esempio, «ha stanziato 1,1 miliardi di euro solo per il vaccino». Arrivati a questo punto, non resta che confrontare il miliardo e passa speso dai francesi con i 184 milioni spesi dall’Italia, per capire quanta ragione abbia Repubblica ad indignarsi.

tratto da Repubblica e la balla del vaccino inutile

Blogger jo il 19/1/10 2:57 PM
questa volta sto con la lega ma anche con tutti quelli che hanno considerato una grande truffa il centro sinistra.
Craxi è stato un esponente di spicco europeo della sinistra illuminata e moderata, ma ora fanno finta di nulla.
Regolare....



Invio del post per Email



15 gennaio 2010

Prediche, ovvero, i "grandi equilibri" della Emma Bonino
http://www.agenziaradicale.com
intervista a Emma Bonino :

«Parlerei di una laicità seria, sempre di più patrimonio culturale dell'Europa, grazie alla quale si è arrivati ad un punto di grande equilibrio, che non pregiudica affatto l'esercizio della religione in altre sedi. D'altro canto, sono convinta che sarebbe molto meglio se i crocifissi albergassero nei cuori e nei comportamenti delle persone credenti: ce ne sarebbe un gran bisogno».
(Porco di un D.... !!!! n.d.r. vedi video qua sotto)


Blogger jo il 16/1/10 1:32 PM
mmmm nun credo, se avesse avuto uno solo dei genii della Fallaci, alla bonino la faceva sprofondare consigliandole di andare a a parlare così su Aljazira :))

Anonymous Anonimo il 17/1/10 12:54 AM
ma c'è ancora chi si indigna per una imprecazione? sinceramente o è solo strumentale? ma allora vi scagliate contro tutti quelli che bestemmiano in giro?

Blogger jo il 17/1/10 1:18 AM
1° io non mi indigno
2° prendo atto che basta vedere i toni che usa "mamy" bonino predica bene ma razzola male
e a me i predicatori stanno un po' tanto sul cazzo (tutti)

Blogger jo il 17/1/10 1:28 AM
mi darai atto che mamy bonino non è presidente del consiglio ma è lo stesso un personaggio pubblico di un certo rilievo, o no?
su youtube ci sono politici che ci finiscono per molto meno... ma solo quando "vi" fa comodo????

Blogger Pincopalla23 il 17/1/10 8:17 AM
http://www.youtube.com/watch?v=l8iFXd0bzz4 ...intendi bestemmie tipo queste ? Povero Fermi...

Blogger jo il 17/1/10 12:19 PM
appena posso ti ritrovo il motore a muto perpetuo di indymedia :))

ma questo è chiaro che è un refuso, e diligentemente archiviato su youtube, hai dimotrato esattamente quello che intendevo

Blogger Pincopalla23 il 18/1/10 10:27 AM
Refuso eh... non voglio immaginare quale sarebbe stato il tuo commento se le stesse parole le avesse pronunciate "er mortadella"...
Jo sei di una faziosità sublime :D

Blogger jo il 18/1/10 11:41 AM
mi spiace ma caschi male :))
non c'è proprio confronto col mortadella
Non ricordi che ho salvato un suo INTERO DISCORSO SUL NUCLEARE?????



Invio del post per Email



Occhio al velocipede


Encomiabile l'iniziativa dell'associazione ciclisti, ma a me viene in mente anche qualcos'altro che gran parte degli amanti della bici probabilmente ignora.

- Non si va contromano
- Le luci al calar del buio sono obbligatorie
- Si tiene la destra, e in fila, non si fa grappolo ingombrando il centro della carreggiata
- Sui marciapiedi la bici si conduce a mano e non in sella, non basta chiedere strada urlando
- Lo stesso di cui al punto precedente, ai semafori e sulle strisce pedonali
- Se ti fregano mezza bici incatenata a un palo (che non è comunque un parcheggio) l'altrà metà rimuovila tu che hai la chiave, perchè fa ruggine ed è pericolosa



Invio del post per Email



14 gennaio 2010

Personalizziamo una sessione su FB

Tristissimo il look di Facebook, sarà anche in linea col web 2, 3, o 4... ma io sono un nostalgico del web colorato e "asilo style" di una volta.
Meglio non esagerare coi toni di colore, perchè una grafica "forte" compromette la possibilità di lettura delle pagine, ma un "sfondino" semplice semplice su Facebook possiamo anche caricarcelo, e mantenerlo per tutta la durata della sessione, fino alla chiusura del browser.
Basta inserire nella finestra di edit del browser che stiamo usando, quella con l'indirizzo web della pagina, tanto per intenderci, un semplice script, e clikkarne l'invio.
Non cambieremo di pagina, ma vedremo lo sfondo della pagina cambiare.

Questo è il codice, io ho caricato un file grafico preparato per l'occasione, ma il file è intercambiabile, e ovviamente ognuno può personalizzare l'immagine a piacere.

javascript: document.body.style.cssText="background:white url('http://www.imitidicthulhu.it/FBsky.jpg') no-repeat fixed"; void(0)

risultato dell'esempio:



Invio del post per Email



Si ma su Craxi, allora, raccontiamola tutta



L'attenzione di Craxi per il socialismo liberale ebbe più avanti una conferma in occasione della pubblicazione del saggio di Luciano Pellicani sul pensiero di Proudhon, inteso come «radicale alternativa al comunismo statolatrico».
E quanto Craxi fosse legato alla storia e alla tradizione del socialismo italiano lo dimostra in diverse occasioni. Ad una delle quali fui testimone.
Appena approdato in viale Lunigiana, alla guida della federazione milanese del Psi, dopo aver ricevuto due giovanissimi compagni napoletani, in cerca di contatti con gli autonomisti nenniani di Milano regalò loro una serigrafia di poster che riproducevano tessere socialiste dei primi del novecento, disegnate da Giuseppe Scalarini, il padre dei vignettisti italiani. Il quale su "L'Avanti!" raffigurava i "borghesi" e i "capitalisti" grassi al limite dell'obesità, e i "proletari" magrissimi, oltre il limite della fame.
Nella prima metà degli anni '70, con De Martino segretario, Craxi è uno dei vice e si dedica soprattutto agli impegni internazionali. È nell'Internazionale socialista che stringe legami politici importanti con Willy Brandt, Francois Mitterand, Mario Soares, Felipe Gonzales, e Andreas Papandreu. Dopo il tracollo socialista (sotto il 10%) nelle elezioni del 19 giugno del 1976, il comitato centrale sfiducia De Martino ed elegge il quarantaduenne Bettino Craxi segretario nazionale. ....

dal Sole24ore



Invio del post per Email



13 gennaio 2010

L'inizio del contagio

«Non c'è decisione più difficile e dolorosa di quella di mandare i nostri ragazzi al fronte»
Lo ha detto (Obama n.d.r.)
.
Io questo figuro non l'ho mai potuto vedere.
Ero e son sempre più certo che è arrivato al suo posto grazie al'imbecillità endemica di chi crede sia sufficiente un bel sit-in, un bel gesto, o nei casi più gravi, un bella repubblica popolare per risolvere ogni cosa.

Non penso che si arriverà a capire che il terrorismo è la pestilenza di questi secoli, e l'unico modo per tenerlo a bada è isolare gli stati infetti e curarsi in casa i focolai propri.
No, no, per curarlo bisogna invece andare a rimestare le piaghe ovunque, il che significa esattamente produrre l'effetto contrario.
Io spero solo che l'Italia, dall'altra peste in corso, quella dell'imbecillità, che del virus del terrorismo fa da portatore sano, si salvi, per un unico motivo, perchè noi siamo stati i primi a contagiarci, e forse ora, faticosamente, abbiamo imboccato il percorso giusto.
Da quel giorno, un giorno molto lontano, in cui è cominciato tutto.
Il giorno in cui un idiota viziato e presuntuoso si è fatto saltare su un traliccio, e lo hanno chiamato subito eroe.

Blogger jo il 15/1/10 10:11 AM
In linea di principio portare aiuto ai paesi è giusto, ma corea e viet hanno dimostrato che se di mezzo c'è la solita ideologia della rivoluzione armata, diventa impossibile e inutile.
E improponibile.
Quindi non vedo perchè lo ricordi a me, il MK77, che sto proprio dicendo di lasciar stare.

Per tutte le altre piaghe credo invece che siamo in un mondo di pazzi, con tutta la gente che da altrove vuole rifugiarsi proprio qui.
Dovreste paracadutargli i discorsi del grillo, come faceva d'annunzio coi manifestini... così magari come asilo scelgono qualche bella repubblica popolare, invece della disgraziata Italia...



Invio del post per Email



12 gennaio 2010

Qualcuno cominci a contabilizzare le perdite

Val Susa, i "No Tav" bloccano i tecnici
Gli addetti incaricati ai sondaggi erano scortati dalle forze dell'ordine.
I manifestanti: «Non cediamo»


e intanto, come dice l'articolo del Corriere, i manifestanti intonano cori, e presidiano tra una tazza di caffè bollente e un bicchiere di vin brulé.
Presidiare, per chi non lo sapesse, (a meno che si parli del Piave, ma le circostanze erano un tantino diverse), significa impedire a qualcuno di fare le cose per cui è comandato (e pagato).


«La situazione è profondamente diversa a quella del 2005 (quando a Venaus fu scontro tra manifestanti e forze dell'ordine, ndr) - ha ribadito il presidente dell'Osservatorio sulla Torino-Lione Mario Virano -. Adesso c'è ancora da fare il progetto preliminare, cinque anni fa c'era già quello definitivo, fatto e finito».

Come a dire, - su questa nuova tratta di tempo ne hanno per romp..., no scusate (abbasso i toni), per la loro battaglia.
Poi, tra qualche anno, qualcuno calcolerà nuovamente i costi di quest'altro collegamento, invertendo non l'ordine, ma la natura degli addendi stessi.
Dimenticare i costi supplementari delle tratte in galleria, che noi in Italia realizziamo in misura quadrupla rispetto agli altri, passi. Dimenticare le contropartite di pedaggio richieste dai comuni su cui si transita, passi. Nessuno nasce imparato, tanto meno i giornalisti d'attacco. Ma quelli dei mesi spesi per sessioni inutili, e quello che costa far da badante alle comotive del vin brulé, quei costi, a scanso di equivoci
, li stornerei subito, e comincerei a mandarglieli a casa fin d'ora, come le tasse ai cittadini normali.

Blogger jo il 12/1/10 2:42 PM
certamente, non è obbligatorio che chi è di dx approvi craxi

Blogger Pincopalla23 il 12/1/10 3:08 PM
...e qui mi potrei inserire io ma per il bene che ti voglio tacerò :D

Sarà che ognuno ha gli amici che merita ;)...

Blogger jo il 12/1/10 4:55 PM
Dai non dirmi che Berlusca era amico di craxi ... che lo so già. La verità è che il merito, o il problema, dipende da che punto lo si guardi, di Berlusca, è di aver riunito le destre, e a prescindere, una volta tanto, da vaticano e destra estrema.
Questo è il problema che avete da sbrogliare, non le vie a craxi...
Io invece ho scritto proprio per amor di amicizia, ravvediti :D

Blogger Pincopalla23 il 13/1/10 7:57 AM
Mah... 'ste destre non mi sembrano poi così tutte unite e comunque a farmi paura non è tanto l'unione delle destre quanto "la colla" usata per tenerle insieme . Credo sia la stessa usata da buonanima di Bettino...

PS. (slegato dal discorso che è già OT di suo rispetto al post) ma a te quando senti certe dichiarazioni di Borghezio & C. non viene da vomitare ?

Blogger jo il 13/1/10 12:42 PM
Non mi pare che sinistra abbia accantonato il suo progetto politico per le dichiarazioni di un caruso, o a causa di parlamentari che hanno marciato assieme ai -10 100 1000 nassirya.
Non mi pare che l'IDV sia pulita da pregiudicati.
Mi pare che su di pietro pesino suicidi di innocenti, tenuti reclusi per farli parlare, stile Torquemada.
Diciamo che il vomito mi viene con piperno, sofri, e compagnia bella che hanno il ruolo di mentore dell'intellighenzia di sinistra, esatto contrapposto in tutti i sensi a borghezio e C.
Comunque questo è tutto un discorso assolutamente personale e sui singoli potremmo portare esempi a iosa.
A me quello che non sta bene è la violenza, l'illegalita, e il sopruso quando diventano un sistema imposto tramite le masse.



Invio del post per Email



8 gennaio 2010

Lo Stato Ideologico e i cani che sporcano

A spasso col cane, multa ai padroni senza paletta
A Roma sanzioni fino a 150 euro, a Milano si arriva a 154.
I sindaci: una battaglia per la civiltà

[dal Corriere]

Avrò anche scoperto l'acqua calda, ma se andiamo a raffrontare queste norme con i fatti di Roma che ho ricordato eri a proposito dell'episodio De Magistris, non ci vuol molto a capire che, se anche nelle piccole cose (che poi per un pensionato 150 Euro non sono certo una piccola somma), esistono di queste discriminazioni, allora significa che viviamo in uno Stato Ideologico Nascosto, dove le punizioni vengono assegnate non per legge, ma sulla scorta di un fitro costruito su motivazioni ideologiche, che agisce da lasciapassare.

E' sconsolante per tanti motivi.
Ma il motivo principale, a mio modo di vedere, è che quando il filtro non è la legge, ma la motivazione
ideologica, sia che porti alla forca sia che procuri una semplice multa, ciò rappresenta la morte di qualsiasi discorso su diritti, libertà, e quant'altro.

Blogger jo il 9/1/10 12:05 PM
e se qualcuno ti facesse esplodere 3 latte di botti sul pianerottolo di casa tua, lo ringrazi o chiami i 113?



Invio del post per Email



7 gennaio 2010

Grave atto intimidatorio a De Magistris

Pare che poche ore fa sia stata imbrattata di sterco la targa dello studio di De Magistris.
Unanime lo sdegno sul web, e le esortazioni a porre attenzione a questa grave provocazione.
Sicuramente lo considero anche io un atto sciocco.
Certo che però se questo genere di atti va in altra direzione, allora si aprono festeggiamenti.
Due pesi due misure?
Ma no, per l'amor di Dio.
Questi invece sono eroi. Si proprio Eroi.
Eroi di m....


Blogger jo il 7/1/10 10:49 PM
questi sono stati meno vigliacchi?
Diciamo che questa è stata PROVOCAZIONE PURA.
Diciamo che erano sicuri che questo genere di cose non sono punite, e nel lontano caso fossero stati fermati, avrebbero fatto le vittime della repressione passando per eroi.
Gli eroi sono stati i netturbini, non questi figli di papa'.

Io non ho nulla a che fare e non condivido chi l'ha fatto a De Magistris, ma se l'avesse colto sul fatto qualche d'uno dei _democratici_ dal passamontagna sulla faccia, non so che fine gli avrebbe fatto fare.

Per me queste cose sono evidenti, se qualcuno la pensa diversamente, libero di pensarlo.



Invio del post per Email



3 gennaio 2010

Singolari e sciarpe viola

Sinceramente non è il mio maggior problema la vicenda della Polverini candidata, ne so pochino, quindi non mi pronuncio, cosa che interesserebbe comunque a nessuno, ma è proprio sul concetto di pronunciarsi che ho apprezzato le critiche dei Democratici (nel senso che le ho trovate divertenti e molto ISTRUTTIVE) ....
LE CRITICHE DEI DEMOCRATICI - «Questo dimostra le forti divisioni all'interno del centrodestra» ha detto Alessio D'Amato, consigliere regionale dei democratici. «Non entro nel merito delle valutazioni fatte da Feltri, alcune delle quali molto discutibili ed irrispettose nei confronti delle Organizzazioni sindacali, ma è davvero singolare che gli attacchi alla Polverini provengano dal direttore del quotidiano 'Il Giornale', di proprietà della famiglia Berlusconi».
Weilà, forti divisioni del centrodestra, SINGOLARE, certo che è singolare, ma per chi ragiona sempre e comunque stile SOVIET. Ma su Alessio, mettiti la tua sciarpa viola in testa, che ti aiuta a scaldare il cervello, e vai a farti un giro.....


Blogger jo il 4/1/10 7:58 PM
essì, a LORO è consentito, ma tu parli di quelli che Federico Rocca (PdL), ha SPLENDIDAMENTE definito

gli stessi che hanno sostenuto e fatto parte della maggioranza che sostenne Piero Badoloni che ci lasciò in eredità uno spaventoso buco sulla sanità; se è la stessa coalizione che ha mandato a casa l’assessore Battaglia e dato vita ad un rimpasto che non ha avuto alcun beneficio per la risoluzione dei problemi; se sono gli stessi dei rigatoni alla pajata di Di Carlo; se sono gli stessi delle proroghe infinte alla discarica di Malagrotta; se sono gli stessi che ci hanno lasciato lo scandalo della truffa del consorzio Coop Casa Lazio; se sono gli stessi che hanno sostenuto fino all’altro ieri Piero Marrazzo, come è andata a finire lo sanno tutti; se sono gli stessi che hanno chiuso il San Giacomo, tagliato i posti letto e che hanno previsto anche la chiusura del Forlanini.

Blogger Pincopalla23 il 6/1/10 9:05 PM
Purtroppo il gatto non c'è e i Bondi ballano... e non parlo di un gatto necessariamente di sinistra ma di un'alternativa seria, vera e capace a governi centrali, regionali e locali zeppi di mezze tacche, ruffiani, collusi e ballerine senza talento che hanno scoperto di averne altri...

Povera Italia mia...

P.S. : comunque preferisco l'ex comunista Bondi al compagno D'Alema perchè lui almeno lavora alla luce del sole...

Blogger jo il 7/1/10 4:02 PM
vedo che hai seguito l'ultima lezione di travaglio...

Blogger Pincopalla23 il 7/1/10 5:00 PM
Si, sai bene che io non ho mai ragionato col mio cervello e dovendo scegliere tra quello di Travaglio e quello di Feltri...

Blogger jo il 7/1/10 5:08 PM
be', a riconoscere unico il cervello di Feltri a fronte di tutto il carrozzone che marcia dietro/difianco/davanti a travaglio... vuol dire che nel complesso non è un buon segno :))

Blogger Pincopalla23 il 7/1/10 8:19 PM
Dietro Travaglio c'era anche un certo Indro Montanelli, noto comunista anche lui lo so... pace all'anima sua...

Blogger jo il 7/1/10 8:51 PM
Guarda che io a travaglio mai dato del comunista, e tanto meno a di pietro, i loro metodi sono di tutt'altra matrice.
Che poi il loro ambaradan diventi funzionale a TUTTI quelli che non si rassegnano che il PdL abbia vinto, comunisti compresi, questo è un altro paio di maniche.



Invio del post per Email



Strategie pacifiste (dal NSAM a Obama)


Avete mai visto formarsi una bella coda proprio dove transitate normalmente?
Credo vi sia capitato; e finalmente, arrivati all'incrocio che blocca tutto, individuate il nocciolo del problema.
Al posto del semaforo c'è un vigile che fischia e si sbraccia per dirigere il traffico.

Morale:
Non è vero che ogni male venga per nuocere.
Del sedicente bene, invece, diciamo che ne ha molte probabilità.

Blogger jo il 4/1/10 2:03 AM
Fra', se mi fai una email di avviso e ci sono entro...
ma non chiedere timer e lista nik :))
LogYn lo supporto, ma pian piano... A proposito, la nuova vers. avra' 3 nik da spuntare e toglierò il supporto web dei servizi esterni, perchè sono davvero inaffidabili.. rimane il mio sniff classico
ciauuuz

Anonymous Francesca il 4/1/10 11:00 PM
sei il solito geniaccio ma veramente ti volevo chiedere se si può fare qualcosa per windows messenger oltre a yahoo messenger :-)))))

Blogger jo il 5/1/10 12:00 AM
certo che si può fare qualcosa, disinstallare le chat :))
a parte gli scherzi su msn non si può proprio, anzi occorre fare attenzione ai siti che ti chiedono di loginare col tuo nik, son tutti truffaldini ...



Invio del post per Email



Lodo De Magistris

doors

E non basta, da come leggo sul blog di Camelotdestraideale.it

Il Marchese Paolo Flores d’Arcais, dalle pagine de Il Fatto, ha invitato Tonino Di Pietro a sciogliere l’Italia dei Valori, e a dare vita ad una nuova - e più ampia - formazione politica: il Partito della Costituzione.

Il filosofo Gianni Vattimo, che dell’Idv è un europarlamentare, così ha risposto all’invito:

Io che prima d’ora non sono mai stato comunista (…) trovo non solo irrealistica ma anche suicida la tua proposta. Il partito di Di Pietro è nato coagulandosi spontaneamente intorno a un personaggio carismatico (…).

Vogliamo davvero farne una ennesima formazione in cui lottino “democraticamente” signori delle tessere e piccole burocrazie, conducendo agli esiti che sono sotto gli occhi di tutti?

Non sarebbe ora di guardare realisticamente a che cosa succede a queste formazioni dilaniate da “democratiche” lotte intestine, da campagne “primarie (sì, parlo anche del Pd) i cui strascichi si vedono anche nelle situazioni come quella di Bari? (…).

Ripeto, c’è del “carismatico” in questa idea: non mi vergogno di ammetterlo, del resto sono un devoto ammiratore di Castro, di Chavez (…)”.

Ma sì, ’sta democrazia ha rotto le palle.

Aboliamola, suvvia.







Invio del post per Email



1 gennaio 2010

TOC TOC... BUON 2010!

doors

E che solo cose belle possano bussare alla Vostra porta!



Invio del post per Email



Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :