archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

28 settembre 2008

Test nuovo 3D engine

Nuovo 3D engine

Come accennato nel post precedente, ho messo alla prova il compilatore XBLite, mettendo insieme le basi per un motore 3D, dal momento che quello implementato per SecondTGA con RapidQ in qualche caso dà dei problemi (penso per via di differenze tra schede grafiche).
Il programma si scarica qui, e per poterlo usare va assolutamente ESTRATTO dallo zip.

Si formerà una cartella con i seguenti file:
3Dengine.exe (il file eseguibile)
default.DXF (l'oggetto che viene caricato)
SCube.DXF (oggetto alternativo da caricare)
glfw.dll (la DLL di supporto per le openGL)
xbl.dll (runtime DLL)
xsx.dll (runtime DLL)
ritmo8.tga (la texture per l'oggetto)
muro-pietra-grigia.tga (texture alternativa per l'oggetto)

Cliccando sul file eseguibile, l'engine dovrebbe presentarsi come mostra lo screenshot qui sopra. Speriamo.
Update 30 settembre : rev.generale, gestione file
Update nr.2 30 settembre : revisione, nuova gestione mouse
Update 1 ottobre : nuovi pulsanti, nuovi file di esempio

Attenzione : chi usa Firefox svuoti la cache e la cartella di elenco download prima di scaricare, altrimenti non vi aggiorna il file zip, ma vi crea una copia identica al precedente file superato, e senza NESSUNA notifica!




Invio del post per Email



27 settembre 2008

RapidQ addio [quasi]
XBLite
RapidQ, il mio compilatore preferito, fu acquistato nel 2000 da una Software-house che ne bloccò lo sviluppo. Mistero, ma non troppo, dato che era potentissimo, facilissimo da utilizzare e free (anche se non opensource, che è una cosa diversa).
Da allora la comunità di RQ (decine di migliaia di developers nel mondo, tutti amanti di un certo "classic style" da notepad) ci ha lavorato e ci lavora attorno per mantenerlo vitale.
Ora, però, in questo mondo di ignobili wizard e widget, la mia impressione è che si stia per essere sopraffatti. Vista è già quasi obsoleto, lo scazzo tra OpenGL e DirectX è ripreso con nuove implementazioni, e sento che ormai per RapidQ è finita l'epoca delle flebo, l'eutanasìa è lì sulla porta.
La goccia che mi ha fatto traboccare il vaso è stato il Viewer di SecondTGA, le cui OpenGL su alcuni PC misteriosamente si rifiutano di funzionare correttamente, e cambiano atteggiamento in modo assurdo, ad esempio mutando leggermente l'ordine delle dichiarazioni.
Da un mesetto mi guardo in giro, e non è facile, per chi odia il "Visual" drag and drop per pseudoprogrammatori, ma non vuole spaccarsi la testa né col C++ né tanto meno col casino dei plugin, controplugin, add-ons e traballanti estensioni dell'opensource. Casomai un radicale assembler, ma solo quando serve proprio.
Mi ero quasi rassegnato puntando infine su Python, o meglio su VPython, orientato alla grafica, quando sono inciampato in XBLite.
Di primo acchito ha una logica chiara già fin dalle cartelle.
Soli 10 mega circa di installer, ed è in pieno sviluppo.
Credo che valga la pena di provarlo.


ps: ma io mi chiedo, ma il VB, lo continuano a vendere per sostenere il mercato dei CD?

Blogger jo il 27/9/08 12:14 PM
In realtà le prove con VPyton le ho fatte, ha una IDLE pulita e usa le OpenGl. Ma ero già allo stremo quando dopo
from Tkinter import *
from visual import *
non riuscivo a far coincidere il tutto in una form unica, magari in seguito lo riprendo...



Invio del post per Email



23 settembre 2008

SecondTGA 1.03.7

SecondTGA 1.03.7


Mentre Second Life cade a picco nell'interesse degli utenti e delle aziende mondiali (interfaccia poco pratica e requisiti di sistema per un funzionamento decoroso sempre più impossibili), la grande G di Goggle prosegue sulla via di lancio di Lively.

Altra filosofia, altro look, ma probabilmente il secondo vero tentativo (dopo SL) di dare corpo alla tanto proclamata totale virtualizzazione 3D di cui ancora non si vede traccia se non nei film di Matrix.
Scarsa capacità degli sviluppatori? Mancanza di precisi obiettivi economici che giustifichino i finanziamenti? E' un fatto che un'altra delle cose che il 2000 ci prometteva non arriva e resta appannaggio dei film di fantascienza.

Nel mio piccolissimo continuo a crederci, anzi son convinto che, forse nel 3000, potrà diventare l'unica vera interfaccia del nostro attuale web "semigrafico" (finora abbiamo sostituito ai codici ASCII i file jpg, sai che soddisfazione).

Ho iniziato comunque a far guardare SecondTGA anche verso Lively, al cui interscambio di modelli 3D (si prevede per ora) si potrà giungere in due modi. O scegliendo uno dei due costosi programmi di modellazione tridimensionale compatibili, che non posso citare, o con il famoso Blender gratuito.

Blender è quanto di più ostico e confuso si possa immaginare, ed è anche pieno di bug, ma il convento opensource non passa altro.
In SecondTGA 1.03.7 ho dovuto integrare pesantemente l'output di generazione dei file di interscambio DXF, per poterli caricare su Blender, che ignora due principi fondamentali del DXF: il passaggio dei dati che seguono i codici di avvertimento, che può avvenire senza obblighi di priorità, e la non obbligatorietà di adempire al passaggio di un insieme predeterminato di specifiche secondarie delle primitive.

Tenuto conto di questi due veri e propri orrori concettuali mi sono adeguato. Al bug che arbitrariamente raggruppa alcune 3DFACE in MESH, e ignora la sequenza di colori che serve a tabellare le singole entità, non posso rimediare. Pertanto, una volta passati da SecondTGA in Blender, dovrete rimanerci fino alla fine delle vostre elaborazioni.

Da questa versione inoltre, cominciando dai menù di base, SecondTGA inizia ad essere bilingue. Tengo conto delle richieste per la lingua inglese, ma sinceramente non so, senza aiuto, quando saranno disponibili tutti i comandi e i tutorial in lingua, dato che i doc sono ancora molto carenti già in italiano, e ho pochissimo tempo per svilupparli.

DOWNLOAD SecondTGA versione attuale
[non occorre disinstallare la precedente versione]


Blogger Yashix il 23/9/08 11:38 PM
ehi entra ...siamo sulla tua isola :)



Invio del post per Email



19 settembre 2008

L'Alitalia del Mesozoico Superiore

L'Alitalia del Mesozoico Superiore

Se la trattativa fosse andata in porto cambiava abbastanza poco.
I giudici "democratici", libri alla mano, combattenti delle retrovie, avrebbero comunque provveduto loro a bloccare tutto.
Per cui, dal mio punto di vista politico, l'unico quesito è quali "valutazioni", mediaticamente parlando, sarebbero pesate meno sul governo.
a) in caso di accordo:
avete tentato di papparvi l'alitalia (sai che gusto) ma ora i giudici ve lo mettono in quel posto
b) in caso di non-accordo:
era meglio dare tutto ad airfrance a 0,10 cent a quota, godiamo che al nano gli è andata male

Delle due cialtronate non so la meglio, l'unica cosa certa è che i super dinosauri dell'Alitalia, dalla cassa integrazione, dovranno cominciare a pensare che i tempi cambiano per tutti.
I posti da precari, purtroppo per loro, si sa che non valgono una cicca, e non hanno perso molto, i signori piloti e assistenti di volo con l'autista che li andava a prendere a casa, quelli invece si mangeranno le palle.
Gli unici a godere, oltre a Epifani, cha ha fatto un passo avanti verso i privilegi da parlamentare, saranno i pensionati Alitalia a 49 anni, che potranno continuare a giocare a bocce e a incassare i loro soldi ricordando i tempi della vecchia Alitalia del Mesozoico Superiore.

Blogger Yashix il 21/9/08 4:14 PM
wue... sono sulla tua isoletta

Blogger jo il 22/9/08 3:09 AM
:O Felina che fai coi prodotti di test :P
ieri ero logato ma non c'ero, anzi non ci sono quasi mai, troppo da fare...
Yash, Lively è tutto top secret, vorrei restare nel gruppo dei developer e faccio il bravo O:-)
Per quella cosa su SL, si può fare a patto di avere una HotKey (ossia se trovi una combinazione di tasti che funga) oppure di assegnarla, ma dovresti spulciare sul forum come Opensource le assegnava a piacere... poi te la emulo con un programmino.
Se cambiassi al volo i settaggi nei file tmp mi sa che non serve a niente perchè SL non fa certo il refresh in tempo reale :|


ps : l' "anonimo" invece, che si fa sgamare, è pregato di piantarla ...



Invio del post per Email



18 settembre 2008

Obiettivi Sindacali

Obiettivi Sindacali

Updated delle 17:18
Il colpo è andato a segno, i dipendenti di Fiumicino esultano, da oggi pomeriggio è ufficiale, siamo in una repubblica fondata sui sindacati.
I piloti hanno guidato l'Alitalia come da copione fornito dall'opposizione.
Cosa avranno ora in premio? Un supplemento oltre agli 11 giorni di riposo mensile di cui già godono, o una picconata in testa stile Trotsky nella migliore delle tradizioni rosse?
La valutazione circa la superiorità morale dell'opposizione mi fa propendere per la seconda soluzione. Vedremo.

Blogger jo il 24/9/08 10:11 AM
Si, ma dobbiamo ammettere che con i dipendenti statali e parastatali la differenza è enorme, non possono assentarsi dalla cabina di pilotaggio dicendo di essere "in riunione", e neppure lasciarvi giacca e fogli sparsi e sparire per il resto della giornata.
E poi non credo che ai passeggeri piaccia sentirsi dire "il pilota è a un convegno", torni settimana ventura.



Invio del post per Email



11 settembre 2008

Benvenuta recessione




La stampa schierata è unanime, e titola gioiosamente :
EU decreta recessione per l'Italia
e (aperta parentesi) la colpa è del governo, e, (aperta seconda parentesi) nella persona di Berlusconi.
Chiuse entrambe le parentesi, ci tocca andare, udite udite, sul Financial Times, per sentircela raccontare giusta.

Anonymous Anonimo il 19/9/08 6:17 PM
Io lo farei leggere alla Confindustria e alla Marcegaglia in particolare...
Ha detto che siamo in recessione
Oramai ci sono bolscevichi dappertutto... :))))))

Blogger jo il 19/9/08 6:57 PM
"benvenuta" vuol dire che la recessione c'è, ma non ho tradotto il Times quindi mi sa che non mi son fatto capire. Il senso del post è l'evidente enfatizzare le notizie nel modo più negativo possibile da parte della stampa italiana.

ps : "enfatizzare" significa ingigantire una notizia, cosa vuol dire "bolscevico" ?



Invio del post per Email



10 settembre 2008

Puzza da Cuba
Alemanno:
il fascismo fu un fenomeno complesso, il vero male assoluto furono le leggi razziali.


In certe occasioni il motivo per cui oggi è invece Silvio Berlusconi ad essere vissuto come la rappresentazione del male assoluto mi appare con la più sfolgorante evidenza.
Questo è un giorno di questi.
Perchè senza di lui per la destra in Italia non ci sarebbe storia.
Perchè chi tiene all'angolo il sole dell'avvenire non è né Fini, né Alemanno, né La Russa.
Quelli sono quasi compagni di strada.
Non fosse altro che per reciprocità condivisa.
In fondo in fondo anche a loro stanno sul culo gli Americani, così come anche ai compagnucci starebbe ancora bene un bel giro di filo spinato attorno a Israele.
Il problema non è Alemanno, che si dimentica, oltre le "leggi razziali", una bazzecola da nulla come la seconda guerra mondiale.
Il problema è Berlusconi, che chiama pane il pane e coglioni i coglioni.
E la puzza di merda che arriva dalle galere di cuba, e che tutti i coglioni fan finta di non sentire.

[situazione aggiornata al 2008]


Blogger jo il 10/9/08 5:41 PM
Sono passati ALTRI tre anni e mezzo, e i detenuti politici a Cuba sono sempre in galera in muro considerevole.
219 fino a questo luglio.
Ho fatto giusto un post qualche giorno fa sull'ultimo.
E ti dico di più, ultimamente l'Europa ha tolto l'embargo con la promessa di Cuba che sarebbero stati liberati.
PROMESSA NATURALMENTE NON MANTENUTA.


In tutto il mondo c'è roba che puzza.
C'è la mafia italiana, come la mafia russa, quella cinese e cosi via.
Poi ci sono le ideologie, e chi si sente di dare lezioni di democrazia.
Io come ho scritto, sono il primo a non condividere Alemanno, ma MI SCHIFA CHI DA LEZIONI DI DEMOCRAZIA MENTRE SUPPORTA UN REGIME AUTORITARIO.
Altro che Alemanno e grillini.
Ci sono posti dove la gente in galera marcisce davvero e questa è una consuetudine SISTEMATICA CONTRO L'OPPOSIZIONE.
QUESTA E' LA PUZZA CHE SENTO



Invio del post per Email



8 settembre 2008

I vecchietti di Alitalia

I vecchietti di Alitalia
Davanti al Ministero del Lavoro è stato organizzato un sit-in in particolare di assistenti di volo di Alitalia ....Bla, bla, bla, bla, bla, Per tali motivi, si rende quindi necessario avviare un processo di confluenza nell'AGO (cioè nell'INPS), cercando di mantenere il massimo delle nostre specificità, ossia il requisito di pensione anticipata...

Non ci avrei capito nulla se non mi fosse venuto in mente che tempo fa ne conobbi uno, bello fresco e riposato, coltivava il suo orticello da bravo pensionato, a 49 anni.

Blogger jo il 9/9/08 12:49 PM
beh, hanno un attaccamento ammirevole al lavoro, e un temperamento "esuberante" :d
mado che batuda :((



Invio del post per Email



6 settembre 2008

Germania, la fortuna di non avere un Mazzucco

Un interessante articolo pubblicato a gennaio di quest'anno, quando la situazione non poteva che far prevedere la solita estate a base di roghi con fumi tossici per tutte le strade di Napoli.


Rifiuti, i tedeschi: ”Cosi’ smaltiamo quelli campani e siamo pronti a fare di piu”’

Gia’ nel lontano 2001 dalla Giunta Regionale della Campania chiamavano il governo del Land della Bassa Sassonia. Anche allora era ‘emergenza’ rifiuti, anche allora Napoli e dintorni traboccava di immondizia. Da allora, al ritmo di due, tre, quattro, a volte perfino cinque alla settimana, da Napoli continuano a partire treni stracolmi di rifiuti campani alla volta del nord della Germania, in particolare al termovalorizzatore di Bremerhaven, una citta’ portuale non lontana da Brema.

A gestire l’operazione e’ il colosso tedesco del riciclaggio e della bruciature dei rifiuti Remondis, uno dei piu’ grandi in Europa, attivo in 25 paesi, con 17 mila dipendenti e un fatturato annuo che nel 2006 ha toccato i 2,3 miliardi di euro. Sicuramente un buon affare, come fa intuire il portavoce Robert Schneider . “Non possiamo rivelare dettagli del contratto - spiega - ma posso confermare che ci occupiamo di incenerire rifiuti urbani solidi della regione Campania ormai dal 2001″. Una breve ricerca comunque rivela che in Germania in media l’incenerimento di una tonnellata di immondizia costa tra i 170 e i 200 euro. Non e’ difficile immaginare i costi di centinaia di migliaia di tonnellate inviate nel corso di sei anni.

Schneider spiega comunque che i rifiuti campani arrivano con lunghi treni merci, non vuole dire quanti esattamente, salvo poi affermare che sono “piu’ di uno e massimo cinque alla settimana”. Il partner italiano non e’ direttamente la regione Campania, ma la Ecolog, una controllata delle Ferrovie di Stato. Tutto funziona a perfezione ancora oggi, “non vi sono stati problemi di alcun tipo, i treni arrivano regolarmente - sottolinea il funzionario - Anzi, se necessario possiamo anche aumentare la nostra disponibilita’ all’incinerimento dell’immondizia campana”. La Remondis non possiede l’impianto di Bremerhaven, come in un’altra dozzina di casi in tutta la Germania (che di inceneritori ne conta in tutto 71) ma vi partecipa, con il calore ottenuto dall’immondizia napoletana viene poi prodotta soprattutto energia. “E’ utile anche la cenere che rimane alla fine del processo - precisa Schneider - che e’ poi impiegata per il manto stradale”.

Insomma, spiega ancora il portavoce della Remondis, “dell’immondizia campana viene bruciato tutto, in blocco”. La ragione e’ semplice: “in Campania non si fa raccolta differenziata di rifiuti, per cui non possiamo fare riciclaggio. Costerebbe troppo”. E dire che, prosegue Schneider, il riciclaggio potrebbe essere conveniente per alcuni materiali. “Si figuri che dal riciclaggio di bottiglie di plastica si possono produrre felpe acriliche”. Ma anche l’utilizzo in termovalorizzatori rende bene, “perche’ crede - commenta ancora - che partecipiamo a tanti inceneritori?”. Soprattutto, Schneider manda un messaggio rassicurante ai campani: “I termovalorizzatori sono sicuri, non creano alcun problema di natura ambientale e sanitaria quando si brucia normale immondizia, ed eliminano i rifiuti in un modo utile e fruttuoso”. Insomma, “non vi e’ alcuna ragione per opporsi alla loro realizzazione”. Certo che in Germania prevale lo sconcerto di quanto accade in Campania.


Mi ero chiesto che fine facessero i rifiuti avviati in treno in Germania, e, condivisibili o no i criteri dei tedeschi, c'è da dire che anche nel resto dell'Europa più avanzata neanche loro godono di bacchetta magica e devono essere pragmatici.
Hanno però un grande vantaggio.
Non hanno imbecilli del calibro di questo Massimo Mazzucco, che oggi, col suo solito sarcasmo fuori posto e usato come arma politica a spese dell'Italia tutta, su luogocomune, riesce a fare un pezzo così
:
Ce l’abbiamo fatta! Siamo di nuovo sulle prime pagine dei giornali americani.
Questa volta è il Los Angeles Times a farci l’onore di un articolo tutto dedicato a noi: si intitola: “Italy mobsters block efforts to clean up toxic trash heaps”, ovvero “i capomafia italiani ostacolano il tentativo di rimuovere le montagne di rifiuti tossici”
....
Eppure io avevo letto da qualche parte che Berlusconi aveva risolto il problema una volta per tutte.
Massimo Mazzucco



Invio del post per Email



3 settembre 2008

Il calcio e le jene

ROMA - Walter Veltroni attacca il governo guidato da Silvio Berlusconi e critica la decisione di rimettere in libertà gli ultrà del Napoli responsabili delle violenze e «dell'assalto al treno» di domenica. «La scarcerazione dei teppisti responsabili dei gravi incidenti prima e dopo la partita Roma-Napoli è un fatto gravissimo - ha dichiarato il leader del Partito Democratico - . Il segnale che si lancia è pesantemente negativo...

La scarcerazione è stata disposta dalla magistratura, non dal governo, lo sanno anche i bambini.
Sono anni che la magistratura scarcera gentaglia con morti sulla coscienza ma veltroni & C. lo hanno sempre giustificato come "atto dovuto".
Il problema è diverso.
E' il numero dei fermi che dovrebbe suonare strano.
Cinque teppisti fermati, solo cinque, a mani nude (non erano armati si dice) ma capaci di fare vandalismi da guinnes dei primati.
Ad altre centinaia ripresi nei video non è stato contestato nulla.
Non è strano?
No, perchè è evidente che la polizia a Napoli ha l'ordine di mantenere un basso profilo negli interventi.
E l'ha applicato, perché le jene come veltroni non aspettano altro che di gridare allo scandalo contro possibili incidenti creati da uno stato militarizzato e fascista.
Domenica non ci sono stati né morti né feriti gravi, la provocazione è stata pagata dai cittadini sfrattati dai treni.
Una scintilla in più, e sarebbe stato il disastro.
Veltroni lo sa, e sa anche di essere una jena.

Blogger jo il 4/9/08 9:35 AM
ho capito che vuoi fare, vorresti regolarlo in modo più comodo magari con un cursore sempre in vista, ci guardo e ti dico, non è detto che non si possa

Blogger Yashix il 4/9/08 2:42 PM
zi :D



Invio del post per Email



Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :