archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

31 luglio 2008

Il solito Grillo con le sue falsità
Sul lodo Schifani, fatto per difendersi da una parte della magistratura che usa le sentenze per sbarazzare la sinistra da avversari politici, io ho un mio pensiero preciso, che tecnicamente si è scelta la peggiore soluzione.

Visto che la sinistra è così certa dell'equità della magistratura, si sarebbe invece dovuto creare un meccanismo che consentisse ai giudicati di ricorrere a un magistrato bipartisan.
Ma questa è la mia modesta opinione, che nasce dalla mia convinzione libertaria di preferire un colpevole impunito a un innocente crocefisso, e vedo però che l'opinione corrente è del tutto diversa.

Ma come si forma l'opinione corrente?
Ogni volta rimango stupito non tanto dalla canagliaggine di alcuni, quanto dalla assoluta mancanza di cervello e autocritica della gente.
Nel blog di Grillo oggi compare una cosa che non sta né in cielo né in terra, ma se lui la scrive è chiaro segno che sa che la gente se la beve.
Ecco cosa scrive Grillo:

Il processo numero uno: Schifani contro Travaglio, per danni riferiti ai suoi articoli e alla sua intervista.
Il processo numero due: Schifani contro Campanella, querela per le sue dichiarazioni.
Il processo numero due potrebbe (dico potrebbe) accertare che Campanella ha dichiarato il vero. In questo caso Travaglio avrebbe ragione nel processo numero uno.
Ma il processo numero due, se accertasse responsabilità di Schifani (dico sempre se), non si potrà celebrare nei prossimi cinque anni grazie al lodo SchifoAlfano.
.................
C’è poi il processo numero tre, quello che non si potrà mai celebrare. Travaglio infatti non può querelare Schifani per le accuse che gli ha mosso in quanto questi è immune da processi.
Nel caso Travaglio sia condannato lancerò una pubblica sottoscrizione per pagare il milione e trecentomila euro.


Bene, il lodo Schifani prevede ESPRESSAMENTE il ricorso civile proprio per non bloccare il risarcimento di persone che si ritengano danneggiate.
Quindi, lodo alfano o no, non è affatto vero che Travaglio non possa ricorrere ed essere rimborsato. Ci si sposta da una sezione penale ad una civile.
Questo Grillo non può ignorarlo, ma lo può dare a bere al suo ignorante "vaffanculista"....



Invio del post per Email



29 luglio 2008

SecondTGA 1.03.6
SecondTGA 1.03.6
SecondTGA 1.03.6 disponibile
- nuova sedia ChairTech in Libreria
- nuova dislocazione pulsanti 3Dviewer
(spero risolto il problema OpenGL su alcuni pc)


DOWNLOAD SecondTGA versione attuale
[non occorre disinstallare la precedente versione]


Blogger Yashix il 30/7/08 5:40 PM
Mi piace l'idea dei tasti per i link
dal blog alle pagine che hai messo sopra ...youtube, flickr, secondtga ecc...

Pensa che dopo aver letto il post la prima cosa che ho detto è stata
"ma dove cazzo a messo il link per il download stò Beeeeeep Beeeeeeeep Beeeeeeeeep" :p
...poi ho visto il link e mi son detto, "wue, ma allora il Beeeeeep Beeeeeeeep Beeeeeeeeep sono io" :|

Senti ma.. ho letto delle cose tipo
citrulli, valium ma che succede?

Blogger jo il 31/7/08 3:29 AM
niente yash, c'è qualcuno che vede i fantasmi... qualcuno che prende troppo alla lettera la penultima riga del mio blog...



Invio del post per Email



28 luglio 2008

In[ternet]cultura (l'ago nel pagliaio)

l'ago nel pagliaio

L’uso di internet trasforma il nostro cervello. Assorbiamo più informazioni di prima, ma in modo più superficiale, saltellando da un testo all’altro. Stiamo perdendo la capacità di riflettere e di concentrarci sui testi lunghi. Quindi: siamo destinati a diventare più stupidi. E’ la tesi sostenuta di Nicholas Carr, giornalista tecnologico e autore del blog roughtype.com.

... e questo sopra è il preambolo di un post dal blog di Marco Pratellesi.
Sotto, un pezzetto tra i commenti ...


con la massificazione di Internet è giocoforza che nel mucchio la qualità sia scesa di parecchio ma le volide fonti non mancano di certo, basta trovarle ed in questo Google è una mano santa.. Oggi tra Google, YouTube, Wikipedia, etc. viene reso disponibile quasi tutto lo scibile umano

E' quel quasi a impensierirmi, e, navigando in giro, ho colto tra gli esperti di internet (soprattutto blogger) un diffuso senso di pietà per chi è così arretrato e stupidamente attaccato alle tradizioni da far ragionamenti così riduttivi. Ho fatto una piccola, umilissima verifica, e non ho dubbi, non siamo destinati a diventare più stupidi, siamo già, credo, a 3/4 dall'aver completato l'operazione.

Blogger jo il 28/7/08 5:11 PM
Scusa Luisa ma io sono tradizionalista, più che le macchie guardo un po' quel che c'è scritto, e se un argomento è valutato importante e trova spazio perchè fa numero, quello è un criterio da deficienti, cosa che comunque esula dal tuo caso.
Di deficienti il mondo è già pieno, ma è impressionante vedere come internet riesca a fagocitarli, a dare spazio e farli sentire dalla parte della ragione giusto perchè sono in tanti.
Tu sarai anche un po' già "formatella" :d e non corri tanti rischi, le tue scelte giuste o sbagliate che siano le hai fatte in base al mondo vero che hai vissuto, mica perchè sai fare quattro giri di rovescio con lo skateboard e tutti ti scrivono cool.
Hai presente il livello di intrattenimento degli oratori di una volta?
Ecco, per me il 90% di internet è quello, solo che è un po' più colorato e scritto in inglese.

Blogger jo il 29/7/08 11:14 AM
i video top della mattinata >:d<
[[img src="http://www.imitidicthulhu.it/Blog/VideoTop.gif"]]



Invio del post per Email



27 luglio 2008

Ferrero, vincere tra perdenti
Il congresso di Rifondazione Comunista ha scelto la sua linea, è prevalso Ferrero. Non sono un fine politico, anzi, di politica ne so poco nulla, mi limito a tratteggiare il Ferrero che conosco, riproponendo un post che feci lo scorso anno.


ferrero"Io di queste cose non ne so niente, ma domani mattina mi informo con chi ne sa di più di me di sentire in Olanda se siamo in tempo di recuperare qualcosa."


Questa è la posizione del ministro Ferrero, Democrazia proletaria, dopo un anno tondo di governo, a proposito delle cartolarizzazioni.
Una risposta che fa tenerezza. Ma come diavolo si fa a contrastare politicamente uno che risponde cosi?
Vien da dimenticarsi che da lui, e da quelli come lui, dipende il nostro non-futuro. Viene da battergli una mano sulla spalla e dirgli che noi si cerca di tirare avanti lo stesso, nonostante tutto.
Solo che nel mio piccolissimo non se la passa liscia per un'altro motivo.
Perchè oltre che asino è anche una faccia di bronzo, con l'espressione che vedete qui, nella foto di An(n)o Zero di ieri sera. Ieri una signora tra gli ospiti narrava con molta chiarezza di come, da sfrattata, fosse riuscita a comprarsi un alloggio, senza poterlo abitare perchè occupato da abusivi.
Non abusivi sfrattatati a loro volta, ma gente che la casa se l'era presa con la forza, e solidamente asseragliata in un limbo del diritto (!!??) che sfugge sia alla questura che al tribunale per gli sfratti.
Il tutto mentre lei stessa risulta pagante di spese e tasse per quella sua abitazione non goduta, ovviamente senza le agevolazioni della prima casa; non ci può risiedere e la legge è precisa (per le persone normali).
Risposta del ministro : "Signora, la sua è una guerra tra poveri".
Ci ha dovuto pensare Santoro a risolvere in fretta l'imbarazzo con un filmato che non c'entrava una mazza. Signori della RAI, la prossima volta, se capita, fateci almeno il favore di invitare questo poveretto su "Mi manda RaiTre", che forse con un avvocato appresso se la cava meglio.



Invio del post per Email



RYANAIR : Per qualche Euro in meno

INDAGINI SU INCONVENIENTI RYANAIR
Varie denunce per avvicinamenti pericolosi agli aeroporti e quattro tentativi falliti di atterraggio da parte di aerei Ryanair hanno provocato l’intervento degli ispettori della compagnia low cost irlandese con la minaccia di licenziamento per i piloti responsabili, come rivela il quotidiano “The Times”. La compagnia a settembre aveva deciso di espellere i piloti che per due volte non rispettavano le norme di atterraggio, dopo di ciò gli ispettori denunciarono pericolosi avvicinamenti agli aeroporti, l’ultimo dei quali ha provocato ben sedici denuncie dei residenti e fatto scattare l’allarme dei piloti.

Questo incidente è accaduto il 4 giugno in un volo con 134 passeggeri tra Londra e la città di Cork, quando un comandante decise di scendere di quota pericolosamente anzichè seguire quello che prevede la procedura, e che gli era stato consigliato anche dal copilota: fare un giro e voltare per l’avvicinamento all’aeroporto. L’altro incidente è avvenuto il 23 marzo del 2006, quando un aereo di Ryanair “evitò per molto poco” un incidente, secondo un’informativa dell’ente irlandese incaricato di investigare sulla sicurezza degli aerei, durante un avvicinamento alla città di Knock, nell’Irlanda occidentale. L’ente irlandese ha denunciato Ryanair per non aver informato di questo incidente nemmeno due settimane dopo, tempo in cui si sarebbero potute eliminare le prove, secondo il quotidiano britannico. Nel settembre 2005 è avvenuto l’incidente più grave, quando un copilota di uno dei 135 Boeing 737-800 Ryanair prese da solo i comandi in un avvicinamento all’aeroporto di Roma perchè il comandate era caduto vittima di una crisi nervosa. Questo fu il primo incidente del 2005, il quarto in due anni, nel quale un aereo Ryanair scendeva troppo rapidamente verso la pista dell’aeroporto o ad una quota inadeguata, la quale, a sua volta, produceva un fallito atterraggio. Atterrare e ripartire in 25 minuti. Secondo l’ente di sorveglianza irlandese, tutto il personale di Ryanair subisce pressioni, perchè il tempo tra un atterraggio in un aeroporto e il decollo verso un altro scalo non superi i venticinque minuti, uno dei segreti di efficacia e della reddittività della compagnia, che proprio lunedì scorso ha appena annunciato un record di guadagni dell’ultimo trimeste del 2006, pari a 48 milioni di euro.
Un portavoce di Ryanair ha dichiarato all’agenzia britannica PA che Ryanair considera la sicurezza “in modo molto serio”, e che questa è la priorità e che non non ci sono dubbi sulle indicazioni ai propri piloti perchè eseguano “un seconto tentativo di avvicinamento”. I sindacati dei piloti hanno segnalato questo in un memorandum, consegnato al consigliere delegato, Michael O’Leary, che più che risolvere il problema lo ha nascosto, mentre i piloti hanno troppa paura di perdere il posto piuttosto che aiutare a capire il perchè sono accaduti questi inconvenienti. British Airways e EasyJet hanno assicurato al rotocalco di non aver mai avuto nessun incidente del genere.

(Tratto da: www.elmundo.es e MD80.it, del 2007)




Invio del post per Email



24 luglio 2008

Sono al campo base: stanchi ma in salute

"Sono in salute, ma sono molto provati e stanchi."
"Gli elicotteri sono riusciti a raggiungerli nonostante la nebbia si fosse addensata per un certo periodo sul pianoro che i due scalatori erano riusciti a raggiungere."

Allora.. il punto che vorrei capire è questo.
Gli elicotteri si alzano solo se c'è nebbia, oppure per essere soccorsi la discriminante è l'essere "volontari" del rischio a tempo determinato e non involontari "professionisti" a tempo pieno di guerre guerriglie siccità e carestie?
Che grezzo che sono, a non voler capire che ad essere in gioco non erano solo due vite, c'era da sostenere l'ardimento dell'uomo e il suo eterno bisogno di sfidare la natura e di renderne testimonianza.
In due parole, come diceva Totò, c'era in gioco l'essere uomini o caporali.
Ma Totò, i caporali aviotrasportati, non se li era ancora figurati.

Blogger Yashix il 24/7/08 7:42 PM
[[img src="http://it.geocities.com/y_a_s_h_i_x/lively-jo.jpg"]]

Blogger jo il 25/7/08 8:59 AM
va be' luisa il prossimo post sul berlusca se no ti spunto le armi :p
:O yash
come non c'era nessuno... non hai mai visto dune :->

Blogger Yashix il 25/7/08 10:49 AM
Ma chi??, quelli che vanno sottoterra?? ...ah non c'ho pensato :|
A dir il vero sono entrato un secondo ho visto che non c'era nessuno e subito sono uscito, forse mi è rimasto più impresso "fuga per la vittoria" :PPPP



Invio del post per Email



23 luglio 2008

Europa boccia Condono Tremonti,
e ora, povero Grillo?

L'Europa boccia il condono di Tremonti
La Corte europea condanna l'Italia per il condono sull'Iva degli anni 1998-2001: «Una rinuncia generale e indiscriminata all'accertamento delle operazioni imponibili».

vediamo sul Il Tempo del 30/10/2007....
vi risparmio il link, vale la pena di riportare il testo integrale
tags : condono Grillo Celentano Benigni ....

Beppe Grillo imprenditore berlusconiano
di FOSCA BINCHER SUL suo blog e qua e là in più di uno spettacolo girovagante per le piazze di Italia e perfino oltre confine, è stato un cavallo di battaglia.
30/10/2007, 20:58:51 - Che lo facessero società come la Parmalat sotto il profilo fiscale o altri sotto l'aspetto ambientale, per Beppe Grillo il condono è sempre stato un vero tabù. Per il Beppe Grillo comico e tribuno di piazza, naturalmente. Non per i Grillo imprenditore e immobiliarista. Perché in quel caso passava in secondo piano l'opinione dei suoi blogger o qualche testo di piazza pronunciato con parole troppo avventate. E Giuseppe Grillo detto Beppe insieme al fratello Andrea quel condono, anzi l'articolo 9 della legge sul condono fiscale di Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti, proprio la norma sul condono tombale, l'hanno utilizzata con grande sapienza. Non una, ma due volte, perché mentre in parlamento impazzavano le polemiche sulla riapertura dei termini per prorogare a tutto il 2002 la grazia fiscale già concessa per il periodo 1997-2001, i Grillo risfruttavano la possibilità. Come? Nei bilanci 2002 e 2003 della propria immobiliare, la Gestimar srl con sede a Genova e casette in giro per l'Italia. Così scrive Andrea Grillo nel bilancio 2002, mettendo avanti le mani anche per conto del fratello Beppe (che ha il 99 per cento delle azioni): «In considerazione della possibilità concessa dalla legge finanziaria 2003 di definire la propria posizione fiscale con riferimento ai periodi di imposta dal 1997 al 2001, fermo restando il convincimento circa la correttezza e la liceità dell'operato sinora eseguito, si è ritenuto opportuno di avvalersi della fattispecie definitoria di cui all'articolo 9 della predetta legge (condono Tombale)». Piccola decisione un po' nascosta in bilancio e fra mille scuse e inutili professioni di correttezza (applicare il vituperato condono fiscale berlusconiano non era infatti obbligatorio), di cui non si trova più traccia nel bilancio 2004 della Gestimar, che alla fine paga anche un sacco di tasse, più del 60 per cento sul piccolo utile realizzato. In questo caso ben diversamente dalle holding di Adriano Celentano e di Roberto Benigni, come raccontato in questi giorni da Il Tempo. Ma era stato proprio Beppe Grillo, non Celentano o Benigni a tuonare contro i condoni nel giugno 2004, in una vibrante lettera rivolta al direttore del quotidiano La Repubblica. Rivolto ai deputati della Casa delle Libertà, aveva sostenuto: «Mettiamo, per ipotesi, che costoro non abbiano mai rubato, evaso le tasse, corrotto un finanziere o un giudice, maneggiato fondi neri, società offshore, P2, tangenti e condoni...» . Già, i condoni come quello che il Grillo imprenditore aveva appena utilizzato... Per altro in buonissima compagnia. Perché altri indignati tuonanti come lui, dalla società editrice dell'Unità, al Caf del Lazio controllato dalla Cgil, fino a quasi tutte le società per azioni controllate dai democratici di sinistra, quel condono tombale l'avevano usato a man bassa e perfino per cifre ben più significative. Sarà piccolo, ma è il conflitto di interesse di tutti gli indignati speciali del centrosinistra italiano... La Gestimar dei fratelli Grillo è una società immobiliare con una decina di proprietà sparse fra Liguria e Sardegna. Il portafoglio al costo storico immobilizzato sfiora il milioncino di euro, ma il valore di mercato è probabilmente molto superiore. In bilancio figurano tre unità immobiliari a Marineledda, Golfo degli Aranci, e una casa a Porto Cervo. Due immobili commerciali ad uso ufficio sono controllati a Casella e a Genova Nervi, mentre altre proprietà ad uso civile e commerciale sono solo citate in un elenco indistinto. L'attività della società e i suoi stessi bilanci sono resi possibili da un finanziamento infruttifero da parte del socio Giuseppe Grillo, per un ammontare di 461mila euro, riportato nello stato patrimoniale della società come debito.



Invio del post per Email



19 luglio 2008

Fiaba

Fiaba

Cera una volta un Paese ne grande ne piccolo, ma che aveva tutto, come in tutte le fiabe che si rispettino.

Aveva le Grandi Pianure del Nord da cui, nelle belle giornate, le Cime Grandi di Neve pareva potessero essere raggiunte da un tiro di schioppo, tanto si stagliavano vicine nel cielo azzurro.

In questo fortunato paese si poteva partire dalla Regione delle Grandi Pianure camminando al suono delle cicale lungo strade bianche coi gelsi riflessi nei grandi specchi d'acqua, oppure, (addictionally, dicevano gli stranieri di passaggio), tra i viali ombreggiati di platani e querce.

Tra borghi cascine e castelli la pianura cominciava a muoversi dolcemente, il vento portava l'aroma del mare, e i grandi ombrelli dei pini marittimi prendevano il posto delle querce.

Si era arrivati nella Terra di Mezzo, con le strade curve e altalenanti tra le colline. A Oriente e a Occidente si indovinavano due mari che più azzurri non si può.

Il Mare Orientale, che conservava ancora l'odore dei traffici di droghe ed incensi, e il Mare d'Occidente sorvegliato dalle Grandi Torri, le Antiche Sentinelle con le campane pronte a suonare a distesa quando sul filo azzurro dell'orizzonte comparivano le rapaci flottiglie dei Pirati con la Mezzaluna.

Poi sotto il sole che ormai era fuoco e la terra diventava sempre più asciutta, e il mare sempre più salato, le oasi di verde si facevano rare ma sempre più fresche e ristoratrici, e colorate da fiori di mille colori.

E poi solo il mare, bianco e scintillante sotto lune incredibili e nero se nella luce abbacinante del mezzogiorno.

Questo Paese, che nei tempi antichi era stato un reame, era ora governato dalla Compagnia delle Bandiere.

La Compagnia era formata dai mercenari che, troppo vecchi per combattere ancora, avevano unito i loro Stendardi e cucendone i pezzi con l'aiuto dei Maghi e degli Elfi, avevano costruito la Grande Tenda che sul principio al Popolo piacque molto, perchè gli ricordava i tendoni dei circhi che nei tempi antichi erano stati l'unico svago.

Nella Compagnia delle Bandiere litigavano spesso tra loro, perchè, stando sempre tutti insieme sotto il tendone a riposare in attesa di finire i loro giorni, non avevano più ne il tempo ne la voglia di dedicarsi alla caccia, ai campi o ai commerci.

Non facevano insomma più tutte quelle cose che consentivano alla gente di sfamarsi e abbellire le case.

Erano molto arrabbiati per questa cosa, anche perchè, nei primi tempi, il Popolo li aveva rispettati, e spesso aveva fatto loro visita spontaneamente, portando cibi e doni.
Ma in seguito, avendone constatato l'inutilità, aveva smesso di farlo.

La Compagnia delle Bandiere sul principio cercò di persuadere il Popolo con le buone, ma poi, visto che invece ne veniva schernita e derisa, cominciò a reclutare quelli che vivevano rubacchiando e che erano un pò invisi dalla popolazione, perchè sempre pronti a dar solo suggerimenti per trarne vantaggi, li riunì, li addestrò alla predicazione e infine diede loro una nuova bandiera.

Su questa bandiera, di cui spesso cambiavano i ricami, campeggiava una nuova scritta: Compagnia degli Sgherri.

Poi, facendo grande attenzione, in ogni angolo del paese fu requisito un castello, una rocca, una badìa, e in ognuno di questi luoghi fu spedito uno Sgherro a dimorarci.

Gli Sgherri erano stati infatti addestrati ad intimorire la popolazione e, con mille pretesti e arroganze, a riscuotere i denari che in seguito la Compagnia delle Bandiere e la Compagnia degli Sgherri si sarebbero divisi.

Dovete però sapere che nella Compagnia delle Bandiere non tutti erano daccordo, e qualcuno cominciò ad avvertire che tutto questo ben di dio non poteva durare in eterno.

Prima o poi non ci sarebbe stata più provvista o cacciagione per sfamare tutti, il popolo avrebbe cominciato a patire e non avrebbe avuto più forza per accumulare cibi e ricchezza.

Bisognava trovare una soluzione.
Qualcuno, oltre alle esigenze della Compagnia degli Sgherri e a quella delle Bandiere, cominciò a considerare anche i bisogni del popolino, che non aveva più neanche il tempo per costruirsi gli attrezzi per coltivare la campagna.

Fu un successone, il popolo lo acclamò all'unanimità, e decise che d'ora in avanti avrebbe ascoltato solo lui, e non più le altre Compagnie.

La compagnia delle Bandiere però non voleva sentire ragioni.
Inferociti e affamati cominciarono tutti a litigare gli uni cogli altri, e soprattutto con i Capitani della Compagnia degli Sgherri che non riuscivano più a ingrassare ed allo stesso tempo inviare scorte vettovaglie e ricchezze nella Terra di Mezzo.

Uno degli Sgherri, uno dei più pasciuti e arroganti, ebbe anche l'ardire di fare loro un discorso molto chiaro.

Disse "Insomma, voi ormai non comandate più, se il popolo volesse sbarazzarsi di me non sapreste più neanche darmi una mano. Per quale ragione io dovrei riversarvi tanta parte di tutto quello che io riesco ad arraffare? Ormai basta a malapena per me. Non vi manderò più neanche un maialino da latte."

Poi, girata la schiena in segno di scherno, fece loro anche uno sberleffo.

Non lo avesse mai fatto. La Compagnia delle Bandiere si riunì a consiglio.
Il più saggio disse solo una cosa "colpirne uno per educarne cento", e schioccò le dita.
Il malcapitato della Compagnia degli Sgherri si era completamente scordato che la Compagnia delle Bandiere aveva nutrito e allevato un corpo di soldati scelti. Ben armati, ben pasciuti, e capaci di muoversi in un lampo senza paura di niente e di nessuno, tanta era l'autorità e gli armamenti che gli erano stati conferiti.

Essi erano stati arruolati tra i capitani più ardimentosi, violenti e arroganti di entrambe le Compagnie. Il manipolo dei Giustizieri della Legge si avventò sul malcapitato e lo trascinò nelle segrete più oscure della Terra di Mezzo.



(fine della prima parte, la seconda parte quando ci saranno novità)
Tags :
PD, PDL, Berlusconi, Bassolino, Del Turco, CSM, Tremonti, Magistratura, Magistratura Democratica, Angelini, Rutelli, Walter, e anche Benigni, perchè no.





Invio del post per Email



18 luglio 2008

Le arroganze e inferiorità morali e culturali della destra

o mamma li turchi

Che la destra sia storicamente inferiore alla sinistra non ha bisogno di essere dimostrato, talmente è implicito e riscontrabile ovunque ci si affacci.

E' la giusta, naturale e meritata risposta che la destra si deve aspettare, perchè sono gli stessi atteggiamenti conservatori che la tradiscono e rendono impossibile il suo sdoganamento.

La sinistra può, ed è conservativa, che è tutt'altra cosa.
Conservativi è mantenere, e perchè no, lo diciamo ispirandoci a una delle nostre figure storiche che più ne sono state capaci, Ernesto Guevara Che, la fermezza del pugno di ferro, ma che il guanto sia di velluto.

Questa la condizione, e questo il limite culturale proprio di una cultura che mai imparerà ad uscire dai suoi limiti e da sola si condanna.

E poi, diciamocelo.
Si è mai visto assegnare dei premi alla cultura ad artisti che non alimentino la vera cultura della sinistra? Se ne è mai visto sovvenzionare le opere? Dal cinema al teatro, dall'organizzazione degli eventi artistici a quelli culturali, quali fondi si sono mai meritati artisti e intellettuali della destra?
Anzi, possiamo tranquillamente affermare che non esistono, e soprattutto che non devono esistere. Si son scelti da soli le condizioni per negarsi ogni visibilità.

E qui si apre il discorso morale.
Una condanna che a noi della sinistra spiace dare, soprattutto nei momenti storici in cui questo giudizio deve restare sospeso senza potersi esplicare in una esemplare rieducazione.
Perchè oggi è l'ora dell'emergenza, perchè dobbiamo al più presto riappropriarci dell'autorità a dolcemente reimporli, questi contenuti, perchè sono morali ancor prima che intellettuali.

La compagna Livia Turco lo afferma con orgoglio "dobbiamo costruire un nuovo senso civico".

Ed è stata subito colpita, nel modo più squallido e triviale.
Le siamo solidali e dal piccolo osservatorio che è il nostro blog spezziamo una lancia. Pubblichiamo l'originale di quella foto che è stata manipolata e diffusa dalla stampa avversaria alla sinistra (grazie a dio non molto numerosa, lo riconosciamo, in fondo il passato ci premia ancora).

La foto originale, ripescata dagli archivi, mostrava la compagna Livia mentre compie un gesto eroico.
Uno dei tanti che hanno contraddistinto il suo essere persona pulita e capace di tutto sacrificare per non dover rinunciare alle sue, alle nostre convinzioni.

Correva l'anno 1966, l'epoca della prima serie Star Trek, e Livia era nello splendore dei suoi magnifici 40 anni. La foto originale, che qui riproduciamo integralmente, la mostra sul ponte di comando della Enterprise mentre coraggiosamente si butta ai comandi durante un'attacco alieno.
Il comandante James T.Kirk è in preda alle convulsioni dovute alle irradiazioni dell'entità marziana che li attacca. Le poltrone del ponte di comando dell'incrociatore stellare sono ormai vuote, tutti gli altri ufficiali sono a terra stremati, incapaci di far fronte all'emergenza.

Livia, appena giunta sulla nave per una visita ricognitiva, indossa ancora la tuta stellare (a quei tempi il teletrasporto non era stato ancora messo a punto. NDR). Non sappiamo come mai fosse giunta fin lì, chi dice volesse controllare le condizioni di salute di un pugno di detenuti di Orione rastrellati da Kirk, chi invece sostiene avesse semplicemente raggiunto la nave stellare avendo sentito urlare "Compagni tutti al transatlantico".
Non lo sappiamo e forse non lo sapremo mai, ma Livia si protende ai comandi e salva la nave, e con l'Enterprise salva tutti noi. Un gesto che per poco non le è costato la vita, ma che ora, in questo momento buio, in un momento in cui il regime ha preso il sopravvento, viene lacerato e distorto.

Non è solo la foto ad essere stata modificata per simulare una squallida operazione di duplicazione del voto, è la compagna Livia stessa ad essere stata violentata.
Stuprata nell'intimo. E' un'amarezza infinita che ci prende, compagni.
Livia, ci stringiamo a te con dolcezza e per chi ti ha avversato e deriso non abbiamo che una parola.

"VERGOGNA".



Invio del post per Email



17 luglio 2008

Integrazione Virtuale
Integrazione Virtuale

Che, a parte i facili entusiasmi, si sia nella fase pretroglodita dell'elaborazione di mondi virtuali come luogo di estensione delle nostre esperienze sensoriali e non, sono e resto assolutamente convinto.
Resta il fatto che, nonostante i risultati siano vicini alla grafica di un brutto cartoon giapponese, anche Google ci prova. Un mondo alternativo alla melassa dei tramonti di Second Life, ma comunque un qualcosa che pare "works fine".
Non so e non mi interessa chi prevarrà, certamente nessuno dei due. A me piace solo attraversarle, queste esperienze, senza tifare per l'una o per l'altra, ma semplicemente capendo di cosa diavolo siano fatte, e in che modo ci si possa interagire, e senza le pillole di saggezza generosamente elargite dai loro creatori. Widget o no, customizzazione o no, con SecondTGA le vostre carabattole di Second Life le potrete fin d'ora portare appresso. Per me è una piccolissima grande cosa.

nota: l'esempio utilizza un oggetto di libreria di SecondTGA, esportato tramite DXFout, e importato in Google tramite Importa DXF.


DOWNLOAD SecondTGA versione attuale
[non occorre disinstallare la precedente versione]




Invio del post per Email



Email aperta all'Associazione Antigone
Per intanto, in attesa della risposta, pubblico questa Email che ho appena inviata al Centro Studi dell'Associazione Antigone.

Associazione Antigone

Buongiorno,

mi ha molto interessato la molteplicità degli argomenti da Voi trattati, e specificatamente la denuncia e l'analisi del problema della sovrappopolazione delle carceri, che, come leggo sull'articolo dell'Unità di oggi «Indulto annullato da Bossi-Fini e Cirielli», è stato da Voi trattato in maniera approfondita, con dati disaggregati sul territorio nazionale.
Immagino che un'indagine così accurata non abbia potuto prescindere anche da un censimento delle strutture carcerarie completate o in via di costruzione che per varie ragioni risultano inutilizzate e il cui impiego potrebbe contribuire al miglioramento del quadro statistico, oltre che rappresentare un corretto impiego delle risorse pubbliche.
Le uniche informazioni di cui dispongo al riguardo provengono purtroppo unicamente da una trasmissione televisiva di denuncia di Mediaset: "Striscia la notizia", che, per il suo carattere giornalistico non può certo costituire un punto di riferimento completo e strutturato.
Mi aspetto che i dati in Vostro possesso siano stati senz'altro invece pubblicati in forma completa e ordinata, ma non sono stato purtroppo in grado di reperirli.
Vi sarei grato se voleste aiutarmi in questa mia ricerca.
Con i migliori saluti
G.S.





Invio del post per Email



9 luglio 2008

Due anni piu tardi...
[update del 12 luglio]


Possono ridere gli occhi? Possono terrorizzare?

Credo di no, credo si tratti di luoghi comuni, perchè le uniche cose che possono fare gli occhi, isolati da un viso e dalla sua mimica facciale, sono il fissare o il distogliere lo sguardo.
Per di più, sotto quella pioggia, nessun occhio avrebbero neppure potuto far mostra di lacrimare; e comunque lacrimare è ben diverso dal piangere, e il pianto non viene dagli occhi.
................
Dicono che l'uomo apra e chiuda le palpebre almeno una decina di volte per ogni minuto del suo esistere, un riflesso nervoso che ha lo scopo di mantenere umida e ossigenata la cornea dell'occhio. Non ci accorgiamo della nostra perpetua semicecità perchè la natura non ci lascia al buio, ma pietosamente ci mostra l'ultima immagine già vista, evitandoci il vivere in un perpetuo effetto di allucinata moviola d'altri tempi.
Un magnifico esempio di come l'autoinganno sia in noi radicato fin dalle ancestrali profondità del nostro DNA. La propensione per l'inganno del tipo più crudele, ipocrita e pericoloso: quello che con le nostre mani procuriamo verso noi stessi, nella sciagurata speranza di farci meno male di quel che ci toccherebbe.


Quante cose saranno capitate Sandro ai protagonisti del Racconto Interrotto, a due anni di distanza dal momento in cui li abbiamo lasciati ai loro destini?
Quante altre volte si saranno clonati nelle scelte, rincontrando parte della loro natura solo per attimi più percepiti che compresi?
Capita di non riconoscersi più, o meglio di dimenticarsi un po' di quel che si è stati.
Come per lo scorrere delle stagioni nel giardino della macchina di Wells.
Giorni/notti/fiori/frutti/sole/neve.
Tutti frullati tra le pale che spingevano/spingeranno quel congegno.
Forse qui è la chiave.
Nei verbi da declinare sempre in due modi.
E finché rimane la voglia di farlo, significa che, comunque sia, va bene così.

Veramente volevo solo ringraziare tutti quelli che mi hanno fatto gli auguri, ma poi mi conoscete, sono prolisso.... grazie a tutti!



Anonymous Marco il 11/7/08 12:00 PM
... mi sembra che si avvicini una data importante ! Tanti cari auguri :-))

Blogger jo il 11/7/08 12:35 PM
grazie Mary, son stato off line per un pò per varie ragioni, cosa che non mi capita spesso, e non ho potuto ancora scrivere quanto mi abbia fatto piacere la tua attenzione! Le vacanze son lontane, anzi son giorni questi tra i maggiormente in salita.
@Marco, temo di si, grazie moltissimo, non c'è rimedio per quelle scadenze, arrivano :(
grazie degli auguri :)

Anonymous Anonimo il 12/7/08 12:30 AM
T A N T I A U G U R I

>:D< :-* <:-P

f.(*)

Blogger Yashix il 12/7/08 2:44 PM
Madoooooo, ma che succede??
di che auguri si parla??

Naaa, davvero è stato il tuo compleanno?? ...ma quando??

Aò a stò punto te li faccio pure io
...TANTI AUGURI >:D<

Blogger luisa il 12/7/08 3:01 PM
Il 12 Luglio di circa novantanni fa nasceva Jo! Nà disgrazia insomma...

Anonymous IsaFelina il 12/7/08 5:05 PM
Pìccolinoooooo, tanti auguriii
Besos,abbraccio...tanti coccole (virtual per adesso)
Smack

Blogger Yashix il 14/7/08 11:26 AM
Wue ma che questo compleanno ti ha montato la testa?? neanche a ringraziare gli amici del pensiero??
...guarda che non c'è tanto da fare il figo a 70 anni eh :P

Blogger jo il 14/7/08 12:28 PM
oddio Yash l'età porta alla calma e alla riflessione, e poi facevo le prove generali, ormai....
aspettavo che qualcuno prima scrivesse:
- anche se si avvicina il momento, jo, sarai sempre qui tra noi, nei nostri cuori...
:P :P :P

Blogger jo il 14/7/08 12:36 PM
:p non preoccuparti yash, quarda
questo nel frattempo :d

Anonymous IsaFelina il 15/7/08 3:48 AM
Bella riposta Jo :P
There can be only one!
:*



f.(*) : sei vivaaaaa :*

Anonymous Anonimo il 15/7/08 8:43 PM
ciao isa @};- si sono viva #:-S ho passato un momento delicato ma ora e' superato tutto giusto nel giorno di compleanno ho avuto una risposta positiva al mio problema. cmq vi seguo sempre(anche se in silenzio) sono una fan di jo :">
spero tu stai bene
un abbraccio

f.(*)

Blogger jo il 16/7/08 10:51 AM
in questo punto ho cancellato un commento anche se non lo faccio mai, mi pare che fosse proprio improponibile. Non tanto per le questioni che solleva, incomprensibili, e le valutazioni politiche, ma proprio perchè non specifica niente e risulta solo offensivo.
Cassato.

Anonymous IsaFelina il 16/7/08 1:55 PM
@ F:(*) --->Felice ke resolto...Fana di Jo in ke senso :P : le sue opinion politica , le suei programmi ?suei conoscenzia in html...o propio per suo modo di essere \:d/ e ke kual señor e tanti cose in un piccolo uomo :)) :))
Salut Jo :*
Per me , sto in etapa di melancolia e lungo ancora il momento di stare in le suei bracci..(no kual di jo :-D )

Blogger Yashix il 16/7/08 4:19 PM
Uh!!.. davero ......e di che parlava??, mannaccia me lo son perso
...comunuque se parlava di politica ti lascio una foto e una gif, che ho trovato in giro e che potrebbe farti piacere avere nella tua political-photo-gallery :P

...la foto..

[[img src="http://it.geocities.com/y_a_s_h_i_x/veltroni-berlusconi.jpg"]]

...e la gif :P

[[img src="http://it.geocities.com/y_a_s_h_i_x/berlusca.gif"]]

Blogger Yashix il 16/7/08 4:21 PM
Adirittura hai messo anche la moderazione :O, ma che era un'attentato???

Blogger jo il 16/7/08 6:20 PM
moderazione tolta, e mi scuso, non mi vanno proprio i blog moderati, ma oggi ero fuori milano per lavoro e c'era un matto in libertà...
flame chiuso
ellà isa, fanz è fanz , suvvia quanti complimenti, anzi, f. e ed io siamo fanz del club dei malinconici :P che è, ci vuoi entrare anche tu? :O
@yash grazie delle foto ma la prossima volta le accetto solo se ci fai mettere la dedica, e non taroccata

Blogger jo il 16/7/08 7:06 PM
mannaggia yash la tua foto del cav da geocities mi impalla il blog :|

Blogger jo il 17/7/08 9:32 AM
Si, ti pare che se fossero arrivati degli auguri li avrei cancellati?

Dato che do per scontato la mancanza di oggettività di chi ragiona in un certo modo, non avrei cancellato neppure l'altro messaggio, quello che qualificava "stupidaggini" i miei post, su quello lascio fare.

Non lascio invece formulare accuse confuse e affatto chiare. Se avevi qualcosa da chiarire con me lo avresti potuto fare per via privata. O meglio con le persone che reputi interessate a non so quale faccenda.

Blogger luisa il 17/7/08 10:57 PM
Ecco lo sapevo, Alice se nè andata in ferie per un po' e succede di tutto, uffa!!!!!!



Invio del post per Email



Gli Amici degli Amici e Marco Travaglio

Gli Amici degli Amici e Marco Travaglio

Certo che la Sicilia deve essere un bel calderone, io veramente, questa sera, dopo aver approfondito un po' di cose, non ho parole, ovvero parole ne avrei anche troppe, ma

1) anche se come blogger la mia visibilità è ridicolmente bassa, i tribunali amici di Travaglio mi finirebbero per spellare vivo.
2) piuttosto che le parole servirebbero delle belle mazzate, di dritto e di rovescio, sul naso da falchetto del personaggio.

Dunque, poco fa leggevo un quesito :

"Perchè l'onorevole Leoluca Cascio Orlando, nel 2005 fu condannato in via definitiva dalla corte di Cassazione per diffamazione aggravata ai danni di 2 consiglieri comunali di sciacca, non compare nella lista dei parlamentari condannati redatta da Grillo e Travaglio??? Anche il senatore Lino Jannuzzi è stato condannato con la stessa accusa di diffamazione aggravata, e infatti lui nella lista dei condannati compare... perchè l'onorevole Orlando, portavoce del partito di Di Pietro, non è inserito in tale lista?"

A questa domanda ciascuno non può che rispondere con sue supposizioni, forse Travaglio aveva finito la carta, o iniziava la partita, o doveva recarsi in bagno...
I fatti, invece, che riguardano il signor Leoluca Orlando, suo compagno di merende, sono assolutamente chiari, e wikipedia, che ne fa fede, non tiene certo mano ai "criminali berlusconiani", epiteto che ormai si legge in giro assai spesso.

Consigliere giuridico del Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella dal 1978 al 1980, è stato consigliere comunale di Palermo dal 1980 al 1993, nelle fila della Democrazia Cristiana, con i cui vertici entrerà poi in scontro. Sarà sindaco di Palermo dal 1985 al 1990, a capo di una giunta di coalizione (c.d. "esacolore"). Rieletto consigliere comunale nel 1990 con oltre 70 mila voti di preferenza, non fu ricandidato a sindaco dal suo partito, e lascerà la DC l'anno successivo promuovendo la nascita de La Rete-Movimento per la Democrazia. Si ricordano in quegli anni gli accesi scontri con Giovanni Falcone, accusato da Orlando di tenere nascoste nei cassetti le carte sugli omicidi eccellenti di mafia e le prove delle collusioni di politici con Cosa nostra. L'accusa culminò in un esposto presentato al CSM dallo stesso Orlando l'11 settembre 1991, che costrinse Falcone a doversi difendere davanti all'organo supremo della magistratura italiana.

Meditate gente, meditate.
E cazzo, lo so che fate fatica, ma almeno provateci.

Blogger jo il 10/7/08 12:51 AM
per penitenza 3 pater ave gloria + cantare -silvio meno male che ci sei- :))

Blogger luisa il 10/7/08 1:01 AM
Eh? Sono mica pazza, piuttosto mi trompo tutte le falangi con le forbici da potare..."ma silvio meno male che ci sei" nemmeno sul letto di morte!!!!

Blogger jo il 10/7/08 9:57 AM
va bè allora dedicala a ualter veltron o a belpietro, da qualche parte dovrai stare no?
non te ne va mai bene una! vedi che rogna vivere in un paese senza partito unico?
:d

Blogger Luca il 10/7/08 11:23 AM
Salve qui di seguito lascio la lettera scritta da Marco Travaglio sul sito di Beppe Grillo in risposta proprio al quesito che qui viene posto...cosi non meditate in maniera errata:

"Caro Beppe,
rispondo a Simone Sapienza, del Comitato Nazionale di Radicali Italiani, a proposito della mancata inclusione di Leoluca Orlando nelle liste dei candidati nei guai con la giustizia. Quando abbiamo compilato l'elenco per il libro "Se li conosci li eviti", Peter Gomez e io ci siamo attenuti a un criterio preciso: escludere i reati "politici" e "di opinione", oltre a quelli derivanti da incidenti stradali e simili. Insomma, abbiamo inserito quelli che, a nostro avviso, creano qualche problema di compatibilità con la funzione di rappresentante del popolo nelle istituzioni.
L'esponente radicale ha un concetto un po' singolare di "reato di opinione": eppure lo dice la parola stessa. Se uno esprime una legittima opinione nell'ambito della sua attività politica può incappare nel Codice penale, ma - secondo noi - non diventa incompatibile con la presenza in Parlamento. Se uno mente sapendo di mentire, raccontando bugie, non esprime un'opinione: racconta balle. E tanto peggio se si tratta di un giornalista, che avrebbe il dovere di scrivere la verità e di verificare ciò che scrive.
Se Jannuzzi scrive che Andreotti è stato assolto a Palermo, dunque era innocente, dunque non aveva rapporti con la mafia, dunque bisogna processare Caselli e gli altri pm che hanno osato portarlo in tribunale, non esprime un'opinione: racconta una balla, visto che ribalta la sentenza definitiva della Cassazione che ha giudicato Andreotti colpevole di mafia per il reato "commesso" fino alla primavera del 1980, ma prescritto durante il processo.
Se Lehner scrive che Borrelli e il pool di Milano hanno attuato un golpe, punito dall'articolo 289 del Codice penale (attentato a organo costituzionale) per aver indagato doverosamente sulle notizie di reato emerse a carico di Berlusconi, non esprime un'opinione: attribuisce un reato a magistrati che hanno compiuto semplicemente il proprio dovere costituzionale, in base all'obbligatorietà dell'azione penale.
Orlando invece non ha fatto nulla di tutto questo: nei primi anni 90, quando alcuni consiglieri comunali di Sciacca raccolsero le firme per indire un referendum che facesse decadere il sindaco antimafia Ignazio Messina, tenne un comizio per difendere l'onest'uomo, accusando chi lo voleva rovesciare di rispondere a certi interessi facilmente immaginabili. I giudici ritengono che li abbia diffamati e l'hanno condannato. Cose che capitano a chi fa politica o informazione difendendo la legalità. Mi viene in mente il caso di Alberto Cavallari, grande direttore del Corriere della sera, che negli anni 80 scrisse che Craxi rubava (negli stessi anni lo diceva anche Grillo, e veniva radiato da tutte le tv). Lo condannarono, perchè non aveva prove sufficienti per suffragare la sua sacrosanta denuncia. Poi quelle prove saltarono fuori e Craxi fu condannato, ma era troppo tardi: Cavallari nel frattempo era morto. Personalmente, l'avrei fatto senatore a vita. Fra l'altro, Orlando ha pure una condanna per aver diffamato Previti: un reato pressochè impossibile, visto quel che si è scoperto dopo. Un reato che, ai miei occhi, è una medaglia al valore.
Quanto a Mauro, era nella lista del V-Day perchè aveva anche condanne provvisorie per gravi delitti contro la pubblica amministrazione, oltre a una condanna definitiva per diffamazione. Visto che poi è stato assolto, è uscito dall'elenco nonostante la sentenza definitiva per diffamazione.
I radicali fanno bene a rivendicare "una classe dirigente quasi interamente condannata per reati legati alla disobbedienza civile": infatti non ci siamo mai sognati di inserire Pannella e la Bonino nell'elenco dei condannati, ben sapendo che le condanne per spaccio o per vicende legate all'aborto altro non erano se non frutto di battaglie e provocazioni politiche. Ben diverso il caso di Sergio D'Elia, che oggi sarà pure un nonviolento, ma ha una condanna per concorso in omicidio risalente ai tempi in cui militava nell'organizzazione terroristica Prima Linea. Nulla in contrario alle sue battaglie di oggi: ma i condannati per omicidio - sempre a nostro sommesso avviso - devono accontentarsi di combatterle da privati cittadini. Da casa propria. In Parlamento gli omicidi non devono mettere piede.
Marco Travaglio"

Blogger jo il 10/7/08 11:44 AM
Insomma la sostanza di quel che dice travaglio, è questa
I giudici si sono espressi, ma le considerazioni io le faccio al di la' delle sentenze, in base ai miei criteri, per quanto so io dei fatti, etc etc.

Leggittimo, è quello che facciamo tutti, Ma allora sacrosantamente che LA PIANTI di far passare i suoi elenchi come OGGETTIVI richiamandosi all'autorità delle istituzioni solo e quando e nei modi in cui gli fa comodo.
E' una dimostrazione ulteriore di come si possa essere illiberali e anche ipocriti.
Vendere come OGGETTIVE le proprie idee personali, vuol dire spazzare via 2 secoli di progresso.

E i nomi che dovrebbe inserire se gli elenchi fossero oggettivi vanno ben oltre, Sgarbi, Rutelli... e altri.
Cmq io me ne strabatto di questo spam che fanno, la realtà è quella scritta qui sopra:
Si ricordano in quegli anni gli accesi scontri con Giovanni Falcone, accusato da Orlando di tenere nascoste nei cassetti le carte sugli omicidi eccellenti di mafia e le prove delle collusioni di politici con Cosa nostra



PS: in questo blog, a differenza di grillo che mi ha cancellato dei commenti ospito i commenti di tutti.
Pregherei di essere sintetici. Ognuno ha il suo spazio da amministrare, e trovo poco simpatico che quantitativamente si abusi, in altre parole, a tavola, se sono invitato non allargo i gomiti sulla tovaglia.

Blogger luisa il 10/7/08 10:25 PM
Lo sai bene che il cavaliere non mi piace, ma vorrei farti una domanda; secondo te quando Silvio non sarà più qui ma farà buona compagnia a lucifero, Travaglio, Grillo e Di Pietro con chi se la prenderanno? I loro fans che faranno?
Per questo non sto da nessuna parte, la politica non è spettacolo, oltretutto della peggior specie.

Blogger jo il 11/7/08 1:12 PM
lo spettacolo è la parte emersa della politica. Comunqua tu la voglia vedere se la politica è confronto, e anche a colpi di insulti, è sintomo che la politica si occupa di sé.
Diversamente, dove non ci sono confronti, significa che la politica si occupa di te.
E questo è grave.
Poi ci sono quelli che sostengono che siano finti scontri, ma a questo proposito, mi spiace ma, parafrasando berlusconi sulla campania, rispondo: "di fantascienza mi occupo quando leggo Urania".

Anonymous sarcastycon il 12/7/08 9:23 AM
L'Italia, e a dire il vero non solo l'Italia, è sempre stato il paese degli"amici degli amici"

Io personalmente ho bannato dalla mia vita televisiva la gentaglia del tipo travaglio,grillo,santoro, flores,fazio, lerner,mentana,vespa etc...
tutti mangia pane a ufo,come si dice nel toscosoviet, bugiardi e falsi come una moneta da 3 euro,
ma ben renumerati.......per dire cazz....
ciao
Sarcastycon



Invio del post per Email



SecondTGA 1.03.5 esce dalla Beta
SecondTGA 1.03.5 esce da Beta

SecondTGA 1.03.5 esce dalla Beta

rivista routine Aggrega e incrementata Libreria shapes

DOWNLOAD SecondTGA versione attuale
[non occorre disinstallare la precedente versione]


Blogger Yashix il 9/7/08 12:10 PM
OK OK... già così va bene, ma son contento per il 3D VIEW, ora si che è più gestibile ;) non ti nascondo che usavo ancora Sculpty Space, ma con questa midifica che hai messo ora non ne ho più bisogno



Invio del post per Email



8 luglio 2008

Giochi Senza Frontiere

Giochi Senza Frontiere

Giochi tradizionali in un paese della Spagna.
Certo che è curioso che in un paese che ci bacchetta un giorno si e due giorni si, a causa della nostra inciviltà, ci si diverta così.
Io ho un pò di compassione per queste povere bestie. Per entrambe.


Blogger jo il 9/7/08 1:22 AM
calcioooooooo aiuttttttttttttttttt



Invio del post per Email



7 luglio 2008

Il Costituzionalista Marco Travaglio ci spiega la Costituzione

Il Costituzionalista Marco Travaglio ci spiega la Costituzione

Questo non è uno dei soliti copiaeincolla, mi sono preso la briga di trascrivere, passo a passo, una parte della lunga lezione di Travaglio, diffusa su Youtube, a proposito della cosidetta legge "salvaprocessi". Ecco il testo del brano stralciato, senza omissioni dal principio alla fine.

Sarebbe molto meno incostituzionale ripristinare l'articolo 68 come pensato dai padri costituenti. Naturalmente, i padri costituenti, l'articolo 68 che concedeva l'immunità parlamentare non l'avevano concepito per proteggere i potenti dalle conseguenze dei loro reati penali, dei loro delitti comuni. L'avevano concepito per proteggere eventuali politici di opposizione che facessero scioperi, occupazione delle terre, blocchi stradali, interruzioni di treni per fare delle manifestazioni di protesta, manifestazioni sindacali, contadine, picchettaggi, manifestazioni operaie. In quei casi a uno può scappare una parola o un gesto di troppo, metti che trovi un giudice troppo legato al potere o al governo che usa queste accuse per reati politici, di opinione, per colpire un esponente dell'opposizione ecco che i costituenti, temendo una magistratura, come ai tempi del fascismo, molto collegata con il potere, hanno dato questa tutela ai politici delle minoranze per poter esercitare al massimo l'opposizione al potere costituito.

Allora, vediamo un pò il minestrone degli atti che secondo Travaglio avrebbero potuto portare a un "gesto di troppo": scioperi, occupazione delle terre, blocchi stradali, interruzioni di treni, manifestazioni sindacali, contadine, picchettaggi, manifestazioni operaie.
Un elenco che mescola indiscriminatamente le manifestazioni e gli scioperi, strumenti di democrazia, con quel che invece di democrazia ha ben poco.
Non è concepibile ad esempio far coincidere i picchettaggi e l'interruzione di treni con l'articolo Articolo 16 della Costituzione Italiana che recita.

Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale.

Travaglio però va ben oltre, e dice:
In quei casi a uno può scappare una parola o un gesto di troppo.
Ma un di troppo in un contesto che già la Costituzione censura?
Ho voluto evidenziare questo aspetto proprio perché è anche tecnicamente sbagliato, ma è per lui abituale mantenere il discorso sul paradosso che più gli comoda. Nello stesso filmato, guarda caso, gli esempi circa la presunta impunità li basa sul crimine di omicidio, che è invece tra gli esclusi dalla sospensiva.
Credo insomma che fin tanto che Travaglio utilizzi esempi addomesticati e paradossali lo si possa considerare furbetto, e capirlo nella sua meschina strategia di ricerca di consenso, ma quando mescola ad arte gli scioperi e i picchetti, una delle due deve prevalere, o non capisce niente di Costituzione, oppure, più che dei Padri Costituzionali, dimostra d'essere figlio di qualcun altro.

Blogger Yashix il 8/7/08 1:27 AM
MI-TI-CO >:D< ...pensa che stavo per metterti la faccina con il bacio :p
....ma poteva essere facilmente fraintesa :p



Invio del post per Email



Nuovo BYeee 2.0
Nuovo BYeee 2.0

Dallo scorso mese di aprile i server di Yahoo! non accettano più alcuni codici dei precedenti vecchi protocolli e BYeee, programma del 2003 per cancellarsi dalle liste altrui diventate sgradite, non funzionava più.
Ora è disponibile l'aggiornamento, scaricabile da qui e dal sito.

Note:
- Utilizzando BYeee in contemporanea con il Messenger sullo stesso ID si viene scollegati per qualche secondo; è fastidioso, ma prova che il login ha avuto successo.
- Se usate un firewall BYeee deve essere abilitato.
- E' necessario utilizzare l'esatto NikName/Alias con cui siete stati aggiunti. In caso di dubbio è consigliabile ripetere l'operazione con gli eventuali alias di cui disponete sull'account.
- Tenete conto che BYeee si collega in modo visibile.

ATTENZIONE: per la vostra sicurezza utilizzate il programma SOLO se SCARICATO da imitidicthulhu, garanzia della sua integrità e pulizia.

DOWNLOAD BYeee 2.0


Blogger jo il 7/7/08 5:26 PM
si sto pensando di fare un
LogYn Detector
miiiiiiiiiiiiiii, ho aperto ora yahoo chiuso da sabato, ettecredo che mi fischiavano le orecchieeeeee
=))



Invio del post per Email



3 luglio 2008

...conoscevano canzoni rivoluzionarie molto belle...

un giorno vidi un gruppo di guerriglieri, mi dissero di non avere paura, mi dissero che erano gente normale, persone molto semplici. Quello che più mi attrasse di loro fu che conoscevano canzoni rivoluzionarie molto belle. Io dissi loro che volevo entrare nella guerriglia...


animi nobili, animi semplici, capaci di coniugarsi con l'intensità della poetica più colta e più moderna, che guarda un pò al sociale, un pò dentro nell'animo, e in ogni riga trasuda autocelebrazione del proprio nobile sentire...

Furono legati e feriti
Furono bruciati e carbonizzati
Furono morsi e sepolti
E quando il tempo fece il proprio giro di valzer
Ballando nei palmeti
Il salone verde era vuoto
Pablo Neruda

Ma dove siamo? Di chi sono queste pagine? Niente, sono in giro per il sito delle FARC.

Nel corso dei 36 anni di vita politica delle FARC-Esercito del Popolo, sono entrati nelle sue fila donne e uomini provenienti dai più diversi settori sociali. Nelle FARC si entra volontariamente e a tempo indefinito....

si, oppure nelle FARC si entra perchè, in nome di tutti questi nobili intenti, si è catturati e segregati per 6 anni, come è successo alla
Ingrid Betancourt liberata in questi giorni.
Avanti compagni, tra poco è agosto, si va in spiaggia con la maglietta del Che e, intorno al fuoco, canteremo canzoni rivoluzionarie molto belle...

Blogger jo il 4/7/08 1:13 AM
io purtroppo non sono così ottimista già si stanno raccontando che è stata una sceneggiata, una donna che sta lontano dai figli 6 anni per chissà quale oscuro obbiettivo.
No credimi, per certa gente non c'è speranza...

Blogger luisa il 4/7/08 3:04 PM
Se si avessero occhi per vedere o orecchi per sentire, forse si riuscirebbe a intuire che questa liberazione non è come appare....ma presto tutto si zittirà come sempre.

Blogger jo il 4/7/08 4:48 PM
IL RUOLO DEGLI USA - All'origine della transazione, secondo l'emittente, ci sarebbero gli Stati Uniti, particolarmente interessati alla liberazione dei tre agenti dell'Fbi. L'operazione militare sarebbe stata quindi solo «una messa in scena». Ciò che ha insospettito molti osservatori, a prescindere dalle rivelazioni sul denaro, sostiene sempre la radio svizzera, è che non ci siano stati scontri al momento della liberazione malgrado il commando dell'esercito colombiano si fosse presentato armato fino ai denti. E poi: quando si fanno simili operazioni, tutto viene filmato dall'inizio alla fine. Visto che è stato un totale e clamoroso successo, perché non vengono diffuse le immagini?

Ecco la guerra mediatica, il tempo di prendere la rincorsa e la guerra galoppa.
Io, del mio aspetto, di vedere le immagini di gente che scappa da Italia, Usa, Uk, Germania, Svizzera, Francia etc etc paesi notoriamente dediti alla violenza, ad affamare, alla repressione, e con turbe di prigionieri politici nei campi di rieducazione.
Ripeto.
Ma non c'è speranza....



Invio del post per Email



2 luglio 2008

Punti di (s)vista
Era la fine del 2007...

Prodi ottimista: "Italia, l'emergenza è finita"
27 dicembre 2007 Tradizionale conferenza di fine anno per il Governo.
A Villa Madama Romano Prodi ha fatto un bilancio del 2007 che sta per finire e si è mostrato decisamente ottimista.

"L'Italia è un Paese che si è rimesso a camminare e che è uscito dalle emergenze. Lo dicono tutti i numeri. la crescita si attesta da due anni attorno al 2% e il debito sta calando costantemente. Chiuderemo l'anno col un deficit molto più basso del previsto: sotto il 2%, cifra inferiore a tutte le previsioni", ha spiegato il premier...

e

Dopo la conferenza stampa è arrivata la reazione di Silvio Berlusconi: "Dispiace aver ascoltato un bilancio dell'attività del governo totalmente privo della coscienza delle gravi difficoltà in cui vive il nostro Paese."

Oggi la stampa, da destra e da sinistra, ci bombarda esattamente con le stesse valutazioni di Berlusconi, siamo nel guano.
A me, personalmente, piacerebbe solo sapere due cose, ma dovrei avere la capacità e il tempo di Travaglio (e i suoi finanziatori) per poterlo fare.
Mi piacerebbe capire quando, come e in che misura sono stati poi assegnati i finanziamenti alle moschee e al governo cubano inseriti nello scorso programma economico, sulla scia del prodiano ottimismo.

Lo avevo postato qui, i quattrini destinati alle moschee (e preciso bene, non agli immigrati islamici bisognosi, ma ai loro capipopolo religiosi), erano computabili sul territorio italiano in ragione al mq. superoriore a quanto viene oggi viene investito in Italia per combattere gli incendi estivi. L'esposizione di questo calcoletto mi era costata la scomunica e il bannaggio dal sito dell'amico (si fa per dire) Grillo.

Oddio, incendi, cosa ho detto, tocchiamo ferro, speriamo che continui a piovere, altrimenti in agosto ci rileggiamo qui le notizie della stampa congiunta.
"Il governo Berlusconi completa la militarizzazione del territorio con la scusa di presidiare le località a rischio piromani."

Ok? Ci rileggiamo qui? Guardate che ci conto....

Blogger jo il 2/7/08 8:39 PM
bellissimo yash mancano solo i salmoni :P
ma dove trovi il tempo? mannaggia, aver tempo farei un bel mix con il viewer 3d e zone e ci facciamo una land appoggiata su yahoo, chi entra per primo diventa automaticamente server
=))
follia? pinky spiegagli tu che non sarebbe poi cosi difficile ...
quasi quasi..... :d

Anonymous Orpheus il 2/7/08 9:34 PM
Bella domanda Jo "quando, come e in che misura sono stati poi assegnati i finanziamenti alle moschee e al governo cubano inseriti nello scorso programma economico"...vorrei proprio saperlo anch'io.
Purtroppo queste sono informazioni strettamente riservate, che proprio non trapelano, né a dx, né tanto meno a sinistra.
Eppure visto che quei finanziamenti li fanno con i nostri soldi, sarebbe il minino essere informati...
Ciao Mary



Invio del post per Email



Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :