archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

22 luglio 2006

La figlia bastarda

La fine della guerra fredda segna la fine della guerra di campagna. Già da tempo gli eserciti non si fronteggiavano più tra pianura e colline, ma in sostanza fino a quel momento lo stile di combattimento era ancora quello.
La guerra si combatteva su un terreno di gioco, come tra due scacchisti sulla scacchiera, e c'era il filo di un telefono rosso per correggere l'intenzione di un pedone o di una torre che si erano sbilanciati un pò troppo immaginandosi regine.
Era sempre comunque una partita giocata davanti a un pubblico che aspettava notizia delle mosse avendo già scelto il suo eroe. C'era chi parteggiava ancora per il marine che poco tempo prima aveva preso a calci un ometto coi baffetti credutosi un dio. E c'era chi il suo eroe lo raffigurava coi baffoni di un padre di famiglia autoritario e preoccupato per il suo potere, in nome del quale era per lui lecito frustare a morte i rampolli cattivi.
In fondo era facile scegliere, da una parte l'eroe violento e un pò guascone, dall'altra il padre severo e padrone, in ogni caso due presenze rassicuranti.
C'erano già i germi di due modi diversi di percepire il senso della lotta per la libertà, c'era anzi il senso di due libertà differenti, perchè nate da padri diversi. L'una figlia unica dell'orgoglioso agire dei "padri fondatori", e l'altra figlia bastarda delle alchimie filosofiche del "vecchio mondo".
Ma la figlia delle alchimie è più scaltra, molto ha visto accadere nelle strade d'europa e dell'oriente.
Lascia che la figlia dell'agire si dia da fare, e ricostruisca case, strade, fabbriche e parlamenti. E quando questi sono ultimati è il suo momento. Dice:
- Vedete come tutto è arrivato senza pensarci molto? Vedete qua e là quanti difetti? Sapete che, potendo, avrei saputo fare di molto meglio? Io che ho la conoscenza dalla mia parte, io che ho scandagliato l'etica e da quella ho coniato la morale, io che rappresento la "cultura" senza le cui certezze il vostro azzuffarvi non vale la pena.
Però la figlia delle alchimie non ha abbastanza strumenti per attaccare l'altra libertà, e poi un attacco diretto la tradirebbe, e non apparirebbe in sintonia coi suoi tanti principi.
E allora lascia l'attacco agli altri, ai barbari. Che questi barbari si chiamino fondamendalisti o terroristi o noglobal o guerriglieri poco importa, l'importante è che sia gente che usa la sua fionda contro tutto ciò che si muove. E quale bersaglio ha maggior visibilità e fa più rabbia di qualcuno che costruisce? E che alla fionda reagisce col piccone, visto che per lui è un fuscello da maneggiare ogni giorno fino dall'alba?
Ma la figlia delle alchimie è attenta, sta appollaiata su un ramo e fotografa la scena.



Invio del post per Email



Commenti : 4
Anonymous yashix ha scritto il
22/7/06 9:57 AM 
Spero ke qualcuno ha lasciato un pezzo d'anans del post precedente con questo caldo è l'ideale per rifrescami :P
Intanto anke se ancora immerso nel lavoro e nel caldo torrido già dalle prime ore di questa mattina ti auguro un Buon Week-End JO' ;)


Anonymous isa ha scritto il
23/7/06 11:49 AM 
Scusa ma se vedi ke JO no leggi :-D,io ho presso tutto lo ke se mangiava, no ho lasciato niente a nessuno ma a te: Papacito chulo, vabbe te lascio mordere un po..rinfrescate:sei andato al mare??
Smackette , buona domenica


Blogger Pinco ha scritto il
24/7/06 2:35 PM 
Bellissimo post Jo, la metafora è terribilmente appropriata però forse uno dei risvolti più amari è anche rendersi conto di come la figlia dei padri fondatori e la figlia delle alchimie si siano più o meno segretamente ritrovate nella stessa festa in un passato non troppo lontano... magari corteggiate dagli stessi amanti... in qualche caso anche... barbaro...

E poi per me morire torturato a Guantanamo non è molto diverso che farlo a Baghdad ...

... ero alla stazione di Monterosso una decina di giorni fa, con quasi 40 gradi ho visto una poveraccia con il burka in mezzo alla gente in costume da bagno, il primo impulso sarebbe stato di prendere a calci il marito ma credo che coi calci non si risolva nulla... credo che solo il dialogo ed il tempo possano aprire quelle breccie che portano aria e luce prigioni culturali e religiose... di certo non l'MK77 .

L'utopia di un mondo dove le scelte politiche non fossero quasi sempre subordinate al binomio potere-denaro, ma mettessero la dignità dell'uomo al centro di tutto, forse è davvero solo un utopia... ma la presa di coscienza di questo, unita all'onestà intellettuale che spesso manca ad ognuno di noi forse un giorno potrebbero salvare il mondo...

Sono tornato... allineato e coperto...

CiauZ


Anonymous yashix ha scritto il
24/7/06 2:54 PM 
Ei PINCO... ma sei tornato????
Io ho appena postato sul tuo blog e ti auguravo un buon proseguimento di vacanze...
naaaaa!....
Ma ki te l'ha fatta fare di tornare :p

Ero qui per il buon inizio di settimana a JO' comunque.. ;)


Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :