archivio feb.2006
 archivio mar.2006
 archivio apr.2006
 archivio mag.2006
 archivio giu.2006
 archivio lug.2006
 archivio ago.2006
 archivio set.2006
 archivio ott.2006
 archivio nov.2006
 archivio dic.2006
 archivio gen.2007
 archivio gen.2007
 archivio mar.2007
 archivio apr.2007
 archivio mag.2007
 archivio giu.2007
 archivio lug.2007
 archivio ago.2007
 archivio set.2007
 archivio ott.2007
 archivio nov.2007
 archivio dic.2007
 archivio gen.2008
 archivio feb.2008
 archivio mar.2008
 archivio apr.2008
 archivio mag.2008
 archivio giu.2008
 archivio lug.2008
 archivio ago.2008
 archivio set.2008
 archivio ott.2008
 archivio nov.2008
 archivio dic.2008
 archivio gen.2009
 archivio feb.2009
 archivio mar.2009
 archivio apr.2009
 archivio mag.2009
 archivio giu.2009
 archivio lug.2009
 archivio ago.2009
 archivio set.2009
 archivio ott.2009
 archivio nov.2009
 archivio dic.2009
 archivio gen.2010
 archivio feb.2010
 archivio mar.2010
 archivio apr.2010
 archivio giu.2010
 archivio lug.2010
 archivio ago.2010
 archivio set.2010
 archivio ott.2010
 archivio nov.2010
 archivio dic.2010
 archivio gen.2011
 archivio feb.2011
 archivio mar.2011
 archivio apr.2011
 archivio mag.2011
 archivio giu.2011
 archivio lug.2011
 archivio ott.2011
 archivio nov.2011
 archivio dic.2011
 archivio gen.2012
 archivio feb.2012
 archivio mar.2012
 archivio apr.2012
 archivio mag.2012
Al blog imitidicthulhu2, dedicato alla grafica tridimensionale.

imitidicthulhublog

CthulhuMythosblog

 SecondTGA for Second Life download page [discontinued support]  imitidicthulhu Home Page  r3nDer tools Home Page  imitidicthulhu YouTube channel  imitidicthulhu Flickr photostream  Standard size [ Iexplore only ]  Double size [ Iexplore only ]

3 luglio 2006

XXI secolo


La sera del 28 dicembre 1895, al Grand Café di Parigi, furono proiettate le prime immagini dimostrative della nuova macchina che i fratelli Lumière avevano costruito. Nasceva il "cinematografo". Si racconta che il pubblico fu affascinato dalla scena di arrivo del treno, e pare che ci fu anche panico... qualcuno credette di vederselo venire addosso.
Quando sento parlare di computer e di rete il pensiero mi corre quasi sempre al lontano "stupore" di quel pubblico ottocentesco.
Da oltre mezzo secolo l'uso del codice binario (passa corrente / non passa corrente) ha trovato applicazione e sofisticazione ovunque, ma l'atteggiamento verso il pc, e verso la rete, fatte le debite eccezioni, non cambia. Lascio da parte gli entusiasmi, stupore, paura, ammirazione (gli stessi sentimenti della "prima" dei Lumière), non mi occupo di sociologia, la mia è soltanto una constatazione e non ho strumenti per sproloquiarci sopra.
Sull'aspetto evolutivo, invece si, questo me lo permetto.
E non perchè, per puro interesse e per avvalermene nel mio lavoro, in questi ultimi 15 anni mi sia occupato anche di sviluppo di software, ma perchè vorrei si riflettesse su quel che succede.
Stiamo evolvendo davvero? Si certo, comunicazione globalizzata, velocità nella fibra ottica, memorie ram e memorie di massa sempre maggiori e più accessibili, restituzione grafica di qualità impressionante. Ma l'evoluzione è tutta qui?
Perchè spesso ironizzo riguardo agli "ingegneri" del web? Perchè li vedo seduti, e belli comodi e rilassati.
Mi piacerebbe vedere qualcosa di nuovo anche nella concezione, e invece, sbaglierò, stanno travestendo da concezione la tecnologia.
Faccio un esempietto, anzi due.
I traduttori automatici. Vince chi ha più lingue e più tool, peccato che non funzionino. O che a una sconfinata presunzione nella presentazione del prodotto facciano seguito risultati che, prove alle mani, sconfinano addirittura nel ridicolo.
Da parola a parola, nel modo più insulso e drammaticamente poco intelligente. Eppure non sarebbe così difficile arrivare a concepire una traduzione per frase e non per vocabolo. Il mezzo lo può fare, non sarà la risposta definitiva (non esistono grazie a dio risposte definitive al mondo), ma un passo si.
E i validatori di codice? Nel web si stanno addensando pagine e pagine di bytes, scritte con ogni salsa di programma. Morale, l'ultimo dei problemi sviluppare motori capace di leggere o editor capaci di interagire amichevolmente con l'utente più sprovveduto. No, ci mettiamo a codificare un mondo di regole, e possibilmente con un report il più derarchicizzato possibile, un errore marchiano vi apparirà della stessa gravità di un uso deprecato. Quel che conta per il Consorzio di validazione che l'utente lo segua, e da 100 vada a 50, a 10, a zero. Zero errori evviva sono bravo.
Ma chi ha vinto? L'utente o il Consorzio? Mi viene un sospetto, in questo west del web tra poco sorgeranno le prime città coi loro sceriffi, e ci vorranno delle regole. E qualcuno le avrà belle che pronte. Il potere può passare anche dall'open source.




Invio del post per Email



Commenti : 21
Anonymous yashix ha scritto il
3/7/06 10:51 AM 
Io una cosa ke non capisco è il fatto di mettere i sistemi complicati dapertutto.
Nuove auto, nuovi elettrodomestici,
nuovi cose ovunque ti giri ke per farle funzionare devi fare un corso accellerato di Windows :p
Qualche mese fa comprai una nuova TV secondaria... per programmarla mi ci sono voluti due giorni per capire i vari passaggi da fare per sincronizzare MTV e altri programmi..:|
Tutto lo si fà sempre + complicato..
Mischiare il computer con tutto..
con il telefono con la lavatrice, con il frigo..
E' questo il XXI secolo... un modo di impazzire senza ke ti rendi conto :|
Buon inizio settimana JO'


Blogger jo ha scritto il
3/7/06 11:25 AM 
deve essere un virus :))
a proposito (non di virus), non scaricate yahoo mess 8 beta!
Tanto la 7.5 voice va bene, tanto la 8 da' problemi.
Errori su script explorer, sui plugin, sulla gestione grafica smile, sull'onclick su un utente ... ma come si fa a mettere in giro una cosa così? Mai vista (e su yahu ne abbiamo viste tante)!

nota : parlo della build 8.0.0.506
my yahoo module 7.5.0.1


Anonymous Angelo C. ha scritto il
3/7/06 1:52 PM 
Commento rapido rapidoo..
@jo:sui traduttori....
Non è così semplice jo...
Il primo passo sarebbe la comprensione del linguaggio umano da parte della macchina.....
(per poter poi tradurre in modo intelligente...)
Ma mi pare che anche su quello si sia ancora piuttosto lontani..
Le reti reurali sembravano una soluzione, ma i nodi da generare erano troppi.....
l'addestramento troppo lungo...

In ogni caso, un traduttore contestuale sarebbe troppo lento per le esigenze di rete...almeno alle velocità attuali

Regole ci vogliono dappertutto.
Non ti facevo un anarchico :))
Ci devono essere le regole, purchè favoriscano l'utente (non lo ostacolino) e non siano immutabili nel tempo..
Anche colossi come la w3c provvedono a fornire revisioni migliorative anche di standard rodati.

@yash: han capito che se ci infilano un pò di tecnologia vendono di più......
Tra poco vedrai i panini con un lcd ultra piatto che ti dice se è ancora fresco e ti consiglia con cosa imbottirlo :))

Wè wè l'idea è mia... voglio le royalties se la realizzate :))

buon inizio settimana..


Blogger jo ha scritto il
3/7/06 2:12 PM 
@angelo .. io anche più velocissimo di te...
1) l'IA non la scomoderei, non siamo certo pronti, la mia proposta era puntare alla frase compiuta... e questo non è un lavoro in rete, è un lavoro di elaborazione da parte dei server specializzati che dispongano dell'engine, che c'entra la velocità di rete? Aumenta la mole dei database non la mole di lavoro nella trasmissione
2)sui validatori il discorso è più complesso, lo sintetizzo al massimo... non mi basta che qualcuno dica "io sono chi valida", preferisco che si dica "io do il mio contributo..."


Blogger jo ha scritto il
3/7/06 2:22 PM 
un giochino di un secondo...
ma si potrebbe continuare all'infinito...
su

http://www.cached.it/validator.php

Result for web site:http://www.msn.it/

This page is not Valid (no Doctype found)!


NON mi interessa il perchè e il percome, certo che ci sarà un motivo, ma io dico solo, quando si è pronti.... ci si presenta


Blogger Pincopalla23 ha scritto il
3/7/06 2:27 PM 
"I pirati di Silicon Valley" è un bel film che è uscito qualche anno fa e che ripercorre le vite e le carriere di Steve Jobs e Bill Gates rispettivamente fondatori della Apple e della Microsoft .

Al di là di qualche imperfezione nel racconto degli avvenimenti il film in questione spiega molto bene come sono andate le cose in passato e probabilmente come andranno in futuro.

In particolare ricordo un dialogo tra Steve e Bill verso la fine, in cui il primo dice al secondo "I nostri prodotti sono migliori dei vostri! ", e Bill quasi sorpreso risponde "Steve, ma allora non hai capito...questo non è importante..."

Per carità, so di non aggiungere niente di nuovo a ciò che è ampiamente risaputo, ma credo che qualsiasi cosa ci venga offerta debba soddisfare le necessità del mercato prima di quelle della persona. Quindi non mi meraviglio affatto che le cose vadano in un certo modo...

Bel post Jo ;)

CiauX


Blogger jo ha scritto il
3/7/06 2:37 PM 
no è importante ciò che riporti pinkus

"qualsiasi cosa ci venga offerta debba soddisfare le necessità del mercato prima di quelle della persona"

ma se il mercato non rispecchia le esigenze delle persone di chi sara' la colpa? delle pecore o dei marziani? :))


Anonymous Angelo C. ha scritto il
3/7/06 5:30 PM 
@jo: evidentemente non ci intendiamo sul concetto di traduzione per frasi.
Cmq.....almeno a mio pare.. gran parte dei problemi sono legati al fatto che ormai è più importante la data di consegna che la realizzazione di un buon prodotto..
Fortunatamnente in campo informatico non c'è l'equivalente di un condomio cprogettato male che vien giu come un castello di carte..
Ma le gabole messe in atto da un informatico tipo..per consegnare in tempo utile... sono da rabbrividire...
Hai presente quando ci si presenta alla data dell'esame dopo aver studiato a malapena un terzo delle dispense?...
Io non mi stupisco delle cose che non funzionano....o incomplete.
Mi stupisco quando vedo un prodotto ben confezionato..
Finchè poi non scopro che han solo assemblato parti di codice vario già ben testato... :))

In realtà ci sarebe da discuterne per molto...ma proprio non ne ho tempo... e molti lettori si annoierebbero... quindi..

Ciaooooo


Blogger jo ha scritto il
4/7/06 7:16 AM 
@angelo eccomi

allora supponiamo che io debba tradurre


"You can purchase your registered copy by visiting our Buy Now page."
il traduttore "idiota" mi traduce così
-Lei può comprare la sua copia iscritta visitando il nostro Acquisto la nostra Adesso pagina.-

ma se il database contenesse
a)your registered copy
b)by visiting our Buy Now page

per ipotesi in categorie
"azioni" e "mezzi", (attenzione sto' solo facendo un "esempio" di strutturazione) il risultato potrebbe arrivare corretto

certo che occorre ragionarci.. ho fatto solo un esempio non sto' mika imbastendo il sistema...
e in ogni caso NON ha nulla a che vedere con l'intelligenza artificiale, con quello, allo stato attuale uscirebbero risultati ancor più esilaranti

ps: nn credo di essermi spiegato, anche la contestualizzazione non c'entra, sarebbe cmq ambigua ...
non posso rendere di più l'idea senza tracciare un programma, che non è il mio lavoro... so solo che se invece di lavorare su Zone per 5 anni avessi lavorato su qualcosa del genere ora avrei in mano un qualcosa che come minimo non mi traduce soffice per software :))


Anonymous Angelo C. ha scritto il
4/7/06 10:04 AM 
@Jo: provo a spiegarmi anch'io...con una terminologia che (perlomeno per te) dovrebbe essere chiara ad un parser ad un passo...(nemmeno a due passi) che scandisca la frase e la "interpreti" (nel senso di tradurre).
Se hai mai tentato la costruzione di un parser, anche per linguaggi formali piuttosto semplici, sai che farlo per un linguaggio naturale è al limite dell'irrealizzabile.
Come sai bene che è sfruttando l'incompletezza dei parsers che si basano i boot che generano errori in yahoo tramite packet malformati.
Quindi..pensiamo ad un sistema stupido per la traduzione...
Prende la frase...e dovrebbe tentare tutte le possibili associazioni..
1)You can purchase your registered copy by visiting our Buy Now page
no match (ossia..non è nel database)
2)You can purchase your registered copy by visiting our Buy Now
no match
3)You can purchase your registered copy by visiting our Buy
no match
..
600)registered copy
match
...
tolgo le due parole.. e passo a tradurre il resto....

E se avessi machato qualcosa i sbagliato (dal punto di vista di una traduzione corretta?)

Tocca generare più traduzioni possibili... che tengono conto di tutti i match realizzabili...
il sistema può discriminare tra le varie traduzioni e trovare quella più corretta?
So che non serve ti dia io la risposta....

Devo calcolarti di quanto si allungherebbero i tempi di traduzioni anche della frase più piccola? Resterebbero accettabili.
Anche qui... sai già la risposta.

Se agenzie come l'fbi continuano a prezzolare fior di traduttori umani...Se Echelon si limita al riconoscimento della singola parola...sfornando log terametrici
Ci sarà un perchè...
Cosa si potrebbe fare? Permettere all'utente di aiutare il traduttore..
"Bello.. non mi tradurre registered e copy separatamente... son sicuro che se cerchi nel databese trovi una parola che li mette insieme...
datti un mossa.. ho fretta... sto broccolando una nella chat thailandese con la scusa di passarle un sw...ahoo quanto sei lentoo...miiii.. ma chissenefregadella traduzione...
Ora le mando una mia foto con i pettorali in vista.. che faccio prima..."

Son stato chiaro
e conciso?...
8-|

P.S. tutto si può migliorare..


Blogger jo ha scritto il
4/7/06 10:45 AM 
ho capito cosa intendi, ma non ne sto' facendo una questione di tecnica sulla efficienza di un parser, perchè a fondo ci ho lavorato solo in un campo dove la velocità, rispetto le alle mie esigenze, non è il fattore più critico, ossia convertendo a run time dal database in memoria di autocad allo script per pov ray (NON usando quindi il DXF come i parser normali).
L'esempio che ho postato giorni fa (la palma) era generato dal mio parser, ossia era il parser che ottimizzava sè stesso costruendosi le librerie.
Però non è questo il punto.
I punti sono 2 e diversi
1) Io sono convinto che in generale la ricerca su una coppia o su una trippletta di vocaboli dia risultati più affidabili, e sia quindi un buon compromesso tra la contestualizzazione e ciò che si fa ora.
2) Esistono sicuramente traduttori evoluti, che però non fanno parte del web fruibile gratuito come oggi lo concepiamo, per questo sinceramente mi infastidisce il modo roboante di proporre un prodotto da parte di chi lo spaccia per innovativo.
In sintesi, meglio chi propone cartoline coi cuoricini per il web piuttosto che si da' un'autorità solo a parole.
E non serve far nomi, son parecchi e tutti noti, e questo è il grave.


Anonymous yashix ha scritto il
4/7/06 12:00 PM 
WUE ....Quante parole in questi commenti.... non sapevo JO ke SOFTWARE te la passa per soffice...
quindi LITTLE SOFTWARE FINDUS per dire i famosi sofficini findus :p :p
Buona giornata a te e ad ANGELO ;)


Anonymous sara ha scritto il
4/7/06 12:09 PM 
Saro' all'antica ma dopo tutte le vostre parole torno al mio caro vecchio dizionario.
Buona giornata
Sara


Anonymous Angelo C. ha scritto il
4/7/06 12:22 PM 
@Jo Torniamo alle risposte brevi (si fa per dire)
1) giustissimo. Il problema è istruire la macchina su quali coppie triplette di parole concentrarsi...la stupidità delle macchine è proverbiale.....
Ora non me ne viene in mente nessuna..ma potrei trovarti frasi la cui traduzionesarebbe ambigua anche per un umano...
Ciò che per un essere pensante appare così banale...non lo è per una macchina..
I boxini con le immagini della magic word..si basano su questa menomazione della macchina..
punto 1 chiuso... in fondo io e te siamo d'accordo. io son solo più pessimista sulla realizzabilità..e non credo di essere in torto.
2)Tempo addietro sulle tv girava uno spot che parlava di intelligenza artificiale...(qualcuno forse lo ricorderà..una decinad'anni fa)
Di un prodotto all'avanguardia...
Uno spot che ti lasciava senza fiato.. pieno di speranze..
Scettico di natura ..prendo il link.. e vado a vedere cosa
avranno mai realizzato.
:-| un database relazionale...
Ma dico io...son più seri gli spot con le macchine che camminano sull'acqua :)) =))
Hai mai visto la domenica, durante il programma della Ventura, la venditrice che si inventa gli usi più assurdi per oggetti d'uso comune..??
Non è comicità... è rappresentazione della realtà..
Datti pace Jo...

Buonagiornata ...
Anche a te Yash..
T'è venuta l'orchite a leggere questo scambio di commenti ? :))
spero che nessuna donna abbia letto :))


Anonymous Angelo C. ha scritto il
4/7/06 12:24 PM 
oh mamma... c'era Sara..
su su..copri gli occhietti col dizionario ed esci di qui veloce veloce...
:))


Blogger Kieran ha scritto il
4/7/06 2:05 PM 
Being the only Italian I am in contact with today, I feel I must offer you and your football team good luckin the football tonight. I hope Italy win the world cup.


Blogger jo ha scritto il
4/7/06 3:15 PM 
I also ... I appreciate you very much in order to what you say and I hope for tonight a great show for all the world too :)
excuse me for my bad english, I don't like translators lol


Anonymous yashix ha scritto il
4/7/06 4:14 PM 
Giusto x riagganciare il discorso di stamattina riguardo ai traduttori on line....
Traducendo qll ke ha scritto l'amico sopra con un traduttore nella parte finale del commento viene tradotto in qst modo...
....Spero la vittoria dell'Italia la tazza del mondo
:p :p :p


Blogger jo ha scritto il
4/7/06 8:27 PM 
da http://ets.freetranslation.com/
I hope Italy win the world cup.
Spero che l'Italia vince la coppa del mondo.
Right!!!
freetranslation.com is actually the best :d
beh non si può pretendere che usi anche il congiuntivo, probabilmente si è ispirato al "contesto"
interviste ai calciatori :))


Blogger jo ha scritto il
5/7/06 11:56 AM 
notizie dal mondo :))
in ingresso nei miei link l'amico alex spiritello
dai tempi di chat pian piano si approda ai blog e spiritello ne ha tante di cose da dire
leggetelo!
benvenuto alex!


Anonymous yashix ha scritto il
5/7/06 12:26 PM 
OK JO' vado a vedere.... dico ke mi mandi tu ;)
Buona Giornata ;)


Clicca qui 
per vedere tutti i post più recenti

Gli archivi :